100 MILIONARI

Ho letto che fra qualche settimana inizierà un nuovo programma.
Si chiamerà “I 100 MILIONARI“.


Sarà un nuovo format a livello nazionale e le prime indiscrezioni parlano di un evento mediatico di proporzioni bibliche. Pubblicità, giornali, televisioni e tutti noi ne parleremo.
Saremo tutti impazienti di vedere tale programma perché convoglierà tutte le nostre speranza ed i nostri desideri di risolvere i problemi che ci attanagliano maledettamente fin dalla nascita. Non a tutti in realtà! La maggior parte.


Credo che diventerà la nostra “malattia”. La puntata pilota partirà col botto, come al solito e poi avrà cadenza mensile fino al termine della stagione televisiva.
Straordinariamente ed incredibilmente stavolta l’Italia è la prima nazione al mondo a creare un format di successo, che certamente sarà ripetuto (copiato) in tutto il mondo.


Ma vediamo in cosa consiste questo programma. In ogni puntata ci sarà una sorta di estrazione in diretta di 100 persone o per meglio dire 100 biglietti, insomma 100 numeri…
Le estrazioni deriveranno dalle giocate che noi utenti faremo nel corso del mese.


In pratica effettuando le giocate nel corso di un mese verrà a crearsi un montepremi, che sarà per i vincitori, di 100 MILIONI DI EURO. Ad ognuno dei vincitori spetterà la piccolissima cifra di 1 MILIONE DI EURO.
Niente male davvero…


I dettagli del gioco cominceranno ad arrivare in questi giorni. Già immagino l’effetto della MILIONARI-MANIA.
Finalmente non più iper-fanta-galattici montepremi alla Superenalotto che faranno le gioie o le disgrazie di uno o pochi vincitori.


Pensate, 100 famiglie ogni mese per 10 mesi che fanno 1000 famiglie; una media diciamo di 3-4 persone sono 3-4000 persone ogni anno sistemate per il resto della loro vita.


E’ straordinariamente meraviglioso.


Sarebbe straordinariamente meraviglioso……….
Si perché l’ho inventato stamattina parlando con un mio amico di questo oltremodo spropositato montepremi. Vero Daniele?


Questa scivolata fuori tema del blog non riuscivo proprio a non farla.


A presto, un saluto.

Print Friendly, PDF & Email