GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 131 DI ∞

WINDOWS 8

Bentornato Goodlier, bentornata.

Da oggi iniziamo una nuova porzione importante nella tua crescita personale.

Per non rimanere troppo indietro dobbiamo per forza passare a descrivere l’attualità e quindi è necessario approcciare al sistema operativo della Microsoft attualmente più recente Windows 8.

In realtà è una piccola imprecisione, in quanto è stato rilasciato un grosso aggiornamento ad esso trasformandolo in Windows 8.1, ma al tempo.

Ovviamente ci lasceremo sempre aperta l’opportunità di aggiornamenti con lezioni su Windows 7, ma ora non possiamo non iniziare questo percorso.

Cos’è?

logo windows 8

Come detto è l’ultimo prodotto rilasciato dalla Microsoft in data 26 ottobre 2012.

Esistono quattro versioni:

1. Windows RT

2. Windows 8

3. Windows 8 Pro

4. Windows 8 Enterprise

La particolarità è che questo sistema operativo ha una struttura ed un’interfaccia che gli consente di essere installato su PC e dispositivi mobili ed essere utilizzata quindi sia con mouse e tastiera sia con le dita tramite un touch screen.

Come vedrai più avanti ti renderai conto man mano delle diversità.

Citandoti la mia esperienza non appena lo avevo testato, dopo qualche mese su una macchina di studio, il mio autocontrollo ha subito un duro colpo.

Non tanto durante l’installazione in cui c’erano delle differenze che con un po’ d’intuito sono riuscito a comprendere, ma quanto all’atto del primo avvio subito dopo aver terminato l’installazione.

Un colpo allo stomaco in piena inspirazione. Un disagio. Questo per definirti il mio stato psicologico. Spaesato e bloccato nel cercare un qualcosa, in ciò che vedevo, che la mia esperienza d’uso riconosceva. Muovevo il mouse su quella nuova interfaccia che veniva chiamata Metro.

In difficoltà dopo qualche secondo vedevo alcune icone, ahi piastrelle si chiamano, pulsanti che riconoscevo e cliccandoci sopra si avviavano i programmi relativi.

Ah, meno male, almeno questo era rimasto uguale dicevo tra me e me.

No pulsante “Start”, no desktop, no barra delle applicazioni….aiutooo!

Impacciato. Sai cosa ho fatto? L’ho accantonato, per molti mesi, affinché quel pugno allo stomaco avesse svanito gli effetti collaterali dell’urto.

Ciò è dovuto alla politica della Microsoft di individuare un’unica piattaforma installabile su tutti i dispositivi fissi e mobili.

Nella seconda metà dello scorso anno (2013) mi sono quindi deciso ad affrontare il gigante e con pazienza ho iniziato ad utilizzarlo. Oggi ancora, all’avvio, cerco subito la visualizzazione del desktop e la barra delle applicazioni in cui ho reinserito i collegamenti ad i programmi di maggior uso e lo utilizzo con più disinvoltura.

Tuttora ci sono delle sezioni celate, ma le scopriremo insieme durante il percorso.

Naturalmente ad ogni cambio si deve abbandonare la zona di agio per scoprire le novità altrimenti si deve abbandonare se non si è disposti ad evolversi.

Questa piccola digressione, non molto inerente la didattica, era per spiegarti a cosa andrai in contro se non ti sei mai interfacciato/a con questo sistema operativo e per condividere le tue impressioni (scrivile nei commenti se vuoi) se già lo utilizzi.

Tornando alla didattica, prenderò in considerazione l’edizione Windows 8 Pro.

Quella base e la Pro (che integra maggiori funzioni rispetto alla base) sono le edizioni con cui verosimilmente avrai più facilità di essere interfacciato/a per uso personale o ad esempio in ambito lavorativo.

Oltre all’interfaccia, in termini di novità, è che puoi accedere al negozio (store) della Microsoft per scaricare ed installare le applicazioni (App) come se utilizzassi un tablet o smartphone. Ovviamente devi possedere un profilo Microsoft (account) per poter accedere allo store.

Con ciò potrai anche avere sincronizzate le impostazioni tra vari dispositivi che utilizzano Windows 8. Un po’ come per i dispositivi basati su Apple o Android.

Requisiti

check list

Prima di decidere di acquistare Windows 8 naturalmente puoi testarlo, ma per poterlo installare comunque hai la necessità di impiegare risorse hardware ben specifiche che si differenziano in base all’architettura (32 o 64 Bit) del processore e quindi della versione da scegliere.

Il processore deve avere una velocità minima di 1 Ghz e la R.A.M. installata deve essere di 1 GB per l’architettura a 32 bit, mentre di 2 GB se 64 bit.

Lo spazio su disco rigido deve variare tra 16 ed i 20 GB in base all’architettura.

Una scheda video con DirectX 9 ed una risoluzione dello schermo di almeno 1024*768 pixel.

Nella prossima lezione ti darò altre informazioni su Windows 8.

Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier.

Carlo

Foto di:

Screenshot realizzati da TheGoodly

Requisiti – e3Learning

https://www.flickr.com/photos/83428770@N06/10263099536

P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Puoi scegliere di seguire il percorso anche su:

Print Friendly, PDF & Email