GUIDA AL COMPUTER – SINTESI LEZIONI 121-130

Bentornato Goodlier, bentornata.

Tredicesima decade ed ecco un altro iper-riepilogo partendo dalla sezione “Programmi e funzionalità”.

A cosa serve?

A disinstallare programmi o modificare la sua configurazione, aggiungendo o rimuovendo determinate opzioni.

Come accedo?

programmi e funzionalità

Dal Pannello di Controllo clicca sul pulsante omonimo. Visionerai la lista dei programmi installati nel sistema operativo.

Come agisco?

opzioni programmi e funzionalità

Se desideri rimuovere un programma cliccaci due volte sopra e poi su disinstalla oppure cliccando su uno di essi, nella sezione superiore della lista si visualizzeranno pulsanti. Potrai modificarli (cambiarli) o ripristinarli. Con la modifica (cambia) potrai variare alcune impostazioni, mentre con la funzionalità “ripristina”, lo ripristinerai alle impostazioni iniziali.

Altre opzioni

Dalla sezione accedi ad altre funzionalità.

  1. Visualizza/disinstalla aggiornamenti installati
  2. Attivazione o disattivazione delle funzionalità di Windows

Nella prima unità troveri la lista degli aggiornamenti dei programmi che puoi selezionare e disinstallare.

opzioni programmi e funzionalità

Dalla seconda puoi attivare o disattivare alcune funzionalità. La disattivazione delle funzionalità non sottintende la sua disinstallazione. Nella lezione 122 accedi a all’unità “Ripristino”.

A cosa serve?

A ripristinare il sistema operativo ad una condizione precedente, a ripristinare l’intero computer partendo da una copia di backup, ripristinare dei file o infine reinstallare l’intero sistema operativo partendo da una copia originale su disco.

Come accedo?

Dal pulsante omonimo del Pannello di Controllo. All’avvio troverai un pulsante che ti consentirà di accedere alla sezione per il ripristino configurazione del sistema. In questo caso e per i due pulsanti alla sinistra denominati “Ripristina file” e “Disinstalla un programma ti rimando alla consultazione della lezione 102 ed al rispettivo videotutorial. Al centro trovi il pulsante “Metodo di ripristino avanzati”.

ripristino configurazione sistema

Cliccandoci sopra si aprirà una nuova finestra nella quale compariranno altri due pulsanti:

  • Utilizza un’immagine di sistema creata in precedenza per ripristinare il computer
  • Reinstalla Windows.

Il primo tipo di ripristino impiega un file immagine che ti sarai creato/a in precedenza, mentre il secondo prevede la reinstallazione del sistema operativo partendo da un file immagine fornito dal produttore del computer o possedendo il disco originale di Windows.

reinstallazione windows

In entrambi i casi ti verrà chiesto di eseguire prima un’ulteriore copia di backup a cui potrai rifiutare e poi si avvierà la procedura per portare a termine l’opzione selezionata. Inoltre la prima opzione ti consente di mantenere la versione personalizzata del sistema operativo, in quanto avrai creato tu questo file dopo aver installato i driver e programmi di tuo interesse e disinstallato quelli che non utilizzerai. La seconda opzione, al contrario, è soggettiva al produttore quindi troverai tutto ciò che il produttore ritiene di dover inserire nella copia ed i programmi di eventuali affiliazioni stipulate con terze aziende. La reinstallazione da disco, invece, potrebbe portare anche alla creazione di una cartella “Windows.old” nella quale troverai i file utente della precedente installazione del sistema operativo con un naturale dispendio di risorse hardware di memoria inutile.

Nella lezione 123 hai preso visione della sezione “Risoluzione dei Problemi”.

A cosa serve?

Ad individuare e risolvere i problemi comuni del computer.

Qualora si verificasse qualche problema potrai consultare questa sezione ed esplorandola iniziare dei controlli specifici per categoria di problema tentando di risolverli.

Come accedo?

Dal Pannello di Controllo trovi il pulsante “Risoluzione dei Problemi”. Ciò che visualizzerai potrà diversificarsi tra i vari computer.

risoluzione problemi

Le categorie per tipologie di indagine che troverai potranno essere, quindi, diverse da quanto mostrato nella seguente lista:

  • Programmi
  • Hardware e Suoni
  • Rete e Internet
  • Aspetto e personalizzazione
  • Sistema e sicurezza

A sua volta ogni categoria potrà contenere una o più sottosezioni per la risoluzione dei problemi. Alternativa è cliccare sul pulsante in alto a sinistra denominato “Visualizza tutto” che ti fornirà una visione più ampia.

categorie risoluzione problemi

La varietà di opzioni e possibili soluzioni che il sistema operativo ti presenterà rende impossibile una panoramica descrittiva, per cui mi limito a spiegare il senso di questa sezione. Una volta che avrai individuato la categoria di appartenenza del tuo dato problema, cliccaci sopra. Si avvierà una procedura guidata che tu dovrai seguire per la ricerca del problema e della sua probabile soluzione. Durante la stessa si alterneranno fasi automatizzate e fasi statiche nelle quali la procedura attenderà una tua azione al fine di continuare la ricerca della soluzione.

Un problema che potresti trovare frequentemente è la incompatibilità con Windows di un programma che andrai ad installare se esso non è recente. A volte dopo la sua installazione potresti avere presentato una finestra di allerta come quella di seguito:

categorie risoluzione problemi

In questo caso puoi decidere di reinstallare il programma utilizzando le impostazioni consigliate tentando così di ridurre i problemi di incompatibilità o decidere di tua iniziativa di indicare al sistema operativo che il programma è stato installato correttamente. Alternativa è avviare “Risoluzione dei Problemi” e sotto la categoria “Programmi” clicca sul pulsante: “Eseguire programmi creati per le versioni precedenti di Windows”. Avviando tale procedura il sistema ti elencherà i programmi installati. Seleziona quello che eventualmente ha problemi di funzionalità e procedendo nella sequenza, il sistema tenterà di sanare problemi di incompatibilità.

Altri pulsanti in alto a sinistra che troverai nella sezione principale sono:

1. Visualizza cronologia

2. Cambia impostazioni

3. Richiedi assistenza ad un altro utente

Il primo ti da la possibilità di visionare la cronologia dei problemi che si sono evidenziati. Puoi consultarla e cliccando sopra dal singolo evento un menù in lato ti consentirà di visionare i dettagli del rapporto, cercare soluzioni o rimuovere il singolo evento o l’intera cronologia.

cronologia problemi

Il secondo pulsante ti consente di accedere ad una sezione per attivare o disattivare la rilevazione e verifica di eventuali problemi per la loro soluzione.

verifica problemi

Il terzo consente di chiedere o offrire assistenza ad un altro utente con controllo in remoto o inviando un file didattico nel quale registri le schermate di azioni e clic eseguiti e lui leggendolo avrà la rappresentazione grafica e descrittiva della sequenza eseguita col tuo mouse. Il programma in questione è chiamato “Registrazione azioni utente” con sigla “PSR”.

registrazione azioni

Nella lezione 124 hai preso in esame la sezione “Schermo”.

A cosa serve?

A modificare le impostazioni di visualizzazione per rendere più leggibile il contenuto dello schermo. Se dovessi aver problemi di visione nella lettura puoi attingere a questa sezione per variare alcuni parametri e rendere i valori più compatibili al tuo specifico utilizzo.

Come accedo?

Dal Pannello di Controllo clicca sul pulsante “Schermo”. Nella schermata che si presenta potrai aumentare le impostazioni delle dimensioni del testo. I valori possibili sono:

  • Piccolo
  • Medio
  • Grande

dimensioni visualizzazioni

Tramite le impostazioni di questa sezione che si genera e dei tasti – e + presenti nella nuova finestra potrai ingrandire la parte con un valore compreso tra il 100% ed il 1600%. In questa schermata trovi, in alto nella descrizione, anche il pulsante “Lente di ingrandimento”. Cliccandoci sopra si genera una barra in alto nello schermo che evidenzia, in visualizzazione ingrandita come una lente di ingrandimento, la zona dove posizioni il mouse. Oltre questi parametri nella zona sinistra trovi altri pulsanti che ti consentono di entrare in altre sezioni di impostazioni come la “Modifica risoluzione” dello schermo o “Cambia impostazioni dello schermo” nelle quali potrai variare i parametri del numero di pixel per altezza e larghezza dello schermo.

Puoi anche impostare l’orientamento del tuo schermo se lo hai posizionato in modo particolare come a soffitto o parete. Il pulsante “Impostazioni avanzate” ti consente di scendere nel cuore della scheda grafica impostando dei parametri avanzati che puoi testare anche con l’ausilio di programmi specifici rilasciati dalla casa madre della stessa.

impostazioni avanzate schermo

Altra opzione rappresenta la taratura dello schermo, già trattata nella lezione 110 e relativo videotutorial. Anche il pulsante “Modifica testo Clear Type”, utile per migliorare la leggibilità del testo, è stato spiegato nella lezione 110 e nel tutorial relativo. L’ultimo pulsante “Imposta dimensioni testo personalizzate – (DPI)” ti consente di variare il valore delle dimensioni dei caratteri digitati con parametro percentuale con unità di misura di punti per pollice.

impostazioni personalizzate dpi

Si parte dal 100% fino al 200%. Ingrandirai così le dimensioni dei caratteri. La lezione 125 ti mostra la sezione del “Sistema”.

A cosa serve?

A visualizzare un riepilogo delle informazioni sul computer, a modificare le impostazioni per l’hardware, le prestazioni e le connessioni remote.

Come accedo?

Dal pulsante omonimo del Pannello di Controllo. All’apertura visionerai:

  • La versione e l’edizione di Windows
  • Info di sistema come tipo e velocità del processore, quantità di R.A.M., tipo di sistema operativo, ecc.
  • Nome e descrizione del computer e del gruppo di lavoro
  • Stato di attivazione numero di serie del sistema operativo

riepilogo informazioni sistema

Sul lato destro eventuale marca del PC ed un pulsante denominato “Cambia impostazioni”. Da questo pulsante accedi ad altre info che comunque puoi raggiungere dai pulsanti posti alla sinistra della sezione come:

1. Gestione dispositivi

2. Impostazioni di connessione remota

3. Protezione sistema

4. Impostazioni di sistema avanzate

Per la prima sezione ti rimando alla lezione n°111 e rispettivo video tutorial. Con la seconda opzione è possibile ottenere assistenza a distanza in modo da poter comunicare con un altro computer attraverso Windows Firewall. Per attivarla seleziona “Consenti connessioni di Assistenza remota al computer” e clicca su “OK”. Ovviamente è necessario autorizzare la connessione per il controllo a distanza. Per consentire ad un altro PC di connettersi al proprio computer si può utilizzare la funzionalità integrata in Windows “Desktop Remoto”.

proprietà sistema

Eseguito ciò devi selezionare gli utenti a cui concedi l’accesso remoto dal pulsante omonimo. Effettua una ricerca in base a dei parametri filtro tra tutti quelli connessi ad una rete e seleziona l’utente per consentire l’accesso.

Da questa sezione potrai accedere alla guida in linea di Microsoft con due pulsanti che saranno utili per migliorare le conoscenze in ambito:

1. Informazioni su Assistenza remota

2. Suggerimenti per la scelta (riferito al desktop remoto)

Dal terzo pulsante “Protezione sistema” puoi accedere al ripristino configurazione di sistema già trattato nella lezione n°122 e video tutorial.

protezione sistema

Ad intervalli regolari il sistema salva informazioni relative alle impostazioni ed ai file di sistema in punti di ripristino a cui puoi tornare in caso di problemi. Puoi anche creare manualmente un punto di ripristino tramite il pulsante “Crea” ed inserendo il nome per la sua identificazione. Il pulsante “Configura” consente di gestire i parametri del punto di ripristino come il tipo di file da includere nel ripristino, lo spazio su disco da dedicare al ripristino o eliminazione dei punti. Con il quarto pulsante della sezione accedi alle impostazioni avanzate del sistema.

impostazioni avanzate sistema

Focalizza per il momento la tua attenzione sulla sezione “Prestazioni” ed “Avvio e ripristino”. Tramite il pulsante “Impostazioni” del primo accedi alla variazione degli effetti visivi per rendere il tuo computer più estetico o più reattivo. Nel secondo caso, invece, accedi ad una sezione con cui puoi selezionare il sistema operativo di avvio principale se hai installato più di un sistema operativo nel tuo disco rigido.

impostazioni avanzate sistema

Due segni di spunta ti consentono appunto di visionare la lista ed il numero di secondi per operare la scelta ed anche selezionare le opzioni di ripristino, e per quanti secondi, se il sistema operativo non dovesse avviarsi correttamente. Nella sezione “Errori di sistema” un segno di spunta su “Scrivi l’evento nel registro eventi di sistema” trascrive tutti gli eventi occorsi al sistema operativo in un file per eventuali diagnosi. Un segno di spunta su “Riavvia automaticamente”, riavvierà il sistema operativo qualora si verificassero problemi. Personalmente lo deseleziono per poter leggere eventuali messaggi a schermo prima di riavviare manualmente.

Nella sezione “Proprietà del sistema” trovi altre due sezioni:

1. Nome computer

2. Hardware

Con la prima puoi cambiare il nome del tuo PC, tramite il pulsante “Cambia” e riavviando il computer.

nome computer

Con la sottosezione “Hardware” accedi alla gestione dei dispositivi già trattati nelle lezione n°111 e rispettivo video tutorial. Inoltre puoi decidere su alcune impostazioni di installazione dei dispositivi in relazione alla modalità di scaricamento dei driver. Le lezioni 126 e 127 mostrano le funzionalità della sezione “Strumenti di Amministrazione”. È una sezione dedicata agli amministratori di sistema ed utenti esperti.

A cosa serve?

A configurare le impostazioni amministrative del computer. Utile per variare impostazioni, eseguire diagnosi, risolvere problemi, gestire l’hardware, verificare le prestazioni, gestire i servizi del sistema operativo, pianificare attività, gestire la sicurezza, ecc.

Come accedo?

Dal pulsante omonimo del Pannello di controllo. Troverai molte sezioni e dato che alcune sono particolarmente corpose e che necessitano competenze ben spinte direi di mantenerci leggeri; darò dei cenni solo alle seguenti opzioni:

1. Configurazione di sistema

2. Diagnostica memoria Windows

3. Gestione computer

4. Gestione stampa

5. Performance monitor

6. Servizi

7. Utilità di pianificazione

8. Visualizzatore eventi

strumenti amministrazione

Configurazione di sistema

Consente di identificare i problemi che potrebbero impedire l’avvio di Windows. È possibile avviare Windows con i programmi ed alcuni servizi disattivati e riattivarli uno alla volta. Avviando la sezione troverai 5 schede:

1. Generale

2. Opzioni di avvio

3. Servizi

4. Avvio

5. Strumenti

Nella prima scheda puoi selezionare come avviare il sistema operativo:

· Avvio normale

· Avvio diagnostico, con l’avvio di alcuni servizi di base e driver

· Avvio selettivo, con l’avvio di alcuni servizi di base, driver ed alcuni programmi in esecuzione automatica

opzioni avvio

Dalla seconda scheda visualizzi i sistemi operativi installati nel tuo PC, le sue opzioni di configurazione e le impostazioni avanzate. Tra le opzioni più rilevanti, puoi selezionare l’avvio in modalità provvisoria di Windows eseguendo solo i servizi di sistema critici.

lista sistemi operativi

Altra cosa che può tornarti utile è spuntare la funzionalità video di base in modo da aprire l’interfaccia grafica di Windows in modalità VGA minima. In questo modo verranno caricati i driver VGA standard anziché i driver della scheda grafica installata. Il numero in secondi presente nella casella “Timeout” rappresenta i secondi di attesa, nella schermata di accensione PC per la selezione del sistema operativo da avviare, prima di avviare quello principale nel caso siano installati più O.S. Dal pulsante “Opzioni avanzate” puoi selezionare un’opzione riguardante i processori. Se il tuo processore è multicore, dual-core, quad-core, ecc. puoi selezionare il numero di processori con cui il sistema operativo si avvia, 2, 4, ecc.

numero processori

Nella terza scheda hai elencati tutti i servizi che vengono attivati all’avvio del sistema operativo ed il loro stato se in esecuzione o arrestato. Puoi attivare, mettendo un segno di spunta, o arrestare i servizi in fase diagnostica o per migliorare le prestazioni del tuo sistema operativo.

servizi

Per una più facile identificazione può tornarti utile selezionare il segno di spunta “Nascondi tutti i servizi Microsoft” in modo da visionare solo quelli non di “casa” ed individuare più facilmente il servizio che potenzialmente crea problemi. Disattivare servizi importanti al sistema potrebbe renderlo instabile, quindi occhio. La sezione “Avvio” evidenzia i programmi che vengono attivati automaticamente in fase di avvio di Windows. Deseleziona il programma se non lo utilizzi costantemente. Migliorerai le prestazioni generali del sistema.

programmi avvio

La casella “Strumenti” infine presenta l’elenco di programmi di diagnostica ed altri strumenti avanzati che puoi eseguire selezionandoli e cliccando sul pulsante “Esegui”.

Diagnostica memoria Windows

Individua eventuali problemi di memoria del PC. Cliccaci sopra e potrai eseguire subito un controllo riavviando il computer o rimandare al prossimo riavvio.

Gestione Computer

gestione computer

Consente di gestire i dischi rigidi ed accedere ad utilità per gestire il computer. In questa sezione individua solo “Archiviazione” dai cui nasce “Gestione disco”. Cliccando due volte su quest’ultimo pulsante, accedi ad una sezione grafica per una semplice gestione dei dispositivi di memorizzazione presenti nel PC. Da qui cliccando col tasto destro sopra alle partizioni puoi esplorare i dispositivi come se usassi “Esplora Risorse” o eliminare la partizione, aumentare o ridurre il volume (dimensioni) delle stesse.

Gestione Stampa

Consente di gestire le stampanti locali ed i server di stampa remoti. Tra le varie sezioni individua quella relativa alle stampanti collegate al tuo PC seguendo il percorso: Gestione stampa – Filtri personalizzati – Tutte le stampanti. Da qui potrai eseguire alcune variazioni e visionare e gestire le impostazioni delle stampanti. Cliccando due volte sulla stampante potrai visionare e variare molte opzioni tra cui:

  • Preferenze di stampa
  • Stampa pagina di prova
  • Condividere la stampante
  • Visionare, aggiungere od eliminare la porta che il sistema operativo utilizza per pilotare la stampante.
  • Limitare o meno il tempo di accesso alla stampante.
  • Scegliere un nuovo driver.
  • Gestione dei colori per la stampa.
  • Autorizzazioni per la stampante.
  • Ecc.

gestione stampa

Performance Monitor

Esamina l’effetto prodotto dall’esecuzione dei programmi sulle prestazioni del computer sia in tempo reale che raccogliendo i dati di registro per un’analisi successiva. Consente di eseguire la diagnosi dei problemi di prestazioni e raccoglie i dati relativi alle prestazioni del PC. Permette di visualizzare informazioni dettagliate in tempo reale sulle risorse hardware (CPU, disco, rete e memoria) e sulle risorse di sistema utilizzati da sistema operativo, servizi e applicazioni in esecuzione. È possibile anche interrompere processi, avviare e arrestare servizi, identificare i processi che bloccano i file, ecc.

La parte che possa interessarti in fase di visualizzazione e diagnosi è fornita seguendo il percorso: Prestazioni – Strumenti di monitoraggio – Performance Monitor

performance monitor

Da qui si presenta una rappresentazione grafica di ciò che vuoi monitorare. Puoi decidere di rappresentarlo anche con istogrammi o rapporto numerico. Con il tasto verde + puoi aggiungere gli elementi da monitorare e oltre ad essere tantissimi, la maggior parte sono di apparente poco rilievo al nostro livello.

Servizi

lista servizi

Permette di visionare, avviare, arrestare e configurare i servizi del sistema operativo.

I servizi sono programmi o processi che vengono eseguiti in background per fornire supporto ad altri programmi. Avviando la sezione si presenta una lista lunghissima di nomi e sigle nella prima colonna. Fortunatamente nella seconda colonna c’è una descrizione del rispettivo servizio utile per avere un’idea di ciò che esegue. La terza colonna evidenzia lo stato se avviato o no. Nella colonna tipo di avvio è evidenziato se quel dato servizio è attivato automaticamente o necessita l’intervento dell’utente. Nell’ultima colonna se il servizio è relativo alla rete o locale.

Cliccando due volte rapidamente sul servizio si apre una finestra con diverse caselle nella quale potrai visionare e/o configurare il servizio tra cui l’avvio, l’arresto, impostare il tipo di avvio, sospenderlo o riavviarlo, il suo percorso del file eseguibile, ecc.

Utilità di pianificazione

utilità pianificazione

Consente di pianificare le attività del computer per l’esecuzione automatica. Se ad esempio utilizzi spesso un programma in un determinato giorno potrai impostare il suo avvio automaticamente. Avviata la sezione sulla destra trovi una colonna chiamata “Azioni”. Clicca su “Crea attività di base”.

utilità pianificazione

Nella nuova finestra digita il nome della pianificazione ed una sua descrizione per meglio identificarla, al termine clicca su “Avanti”. Nella nuova sezione scegli, dalla lista, quando avviare il programma, ad esempio, all’avvio del computer e poi di nuovo su “Avanti”.

utilità pianificazione

Ora l’azione da eseguire tra quelle proposte quindi direi, avvio del programma ed ancora su “Avanti”. Ora col pulsante “Sfoglia” individua il file eseguibile dove posizionato ed ancora su “Avanti”. Nell’ultima finestra un riepilogo e clicca su “Fine”.

Visualizzatore eventi

Ti permette di prendere visione di un registro degli eventi in cui trovi messaggi di monitoraggio e risoluzione dei problemi da Windows ed altri programmi. Avvia la sezione e troverai sulla sinistra la lista categorizzata degli eventi da visualizzare. Cliccando sulla specifica categoria si srotolerà la lunga lista di eventi occorsi. Individuando un evento e cliccandoci sopra potrai ottenere informazioni, dalla descrizione sottostante, che potrebbero tornarti utili alla soluzione di problemi.

La lezione 128 descrive il programma Windows Defender integrato nel sistema operativo.

A cosa serve?

È un programma antispyware che si esegue automaticamente se attivato. Protegge il tuo computer da spyware ed altro software potenzialmente indesiderato. I software spyware sono in grado di installarsi da soli senza avvisarti o richiedere il tuo consenso e soprattutto celarsi per bene. Sono programmi spia che possono monitorare il tuo comportamento online e raccogliere informazioni su di te compresi i dati sensibili.

Come accedo?

Dal Pannello di Controllo cliccando sul pulsante omonimo. Se non hai mai utilizzato tale software, il sistema ti allerterà che il programma è disattivato e ti chiederà di attivarlo cliccando sul pulsante evidenziato. Nella prima schermata avrai la richiesta di controllare gli aggiornamenti e cliccando sopra il pulsante, se il PC è connesso ad internet, si avvierà il download delle definizioni (archivio/lista) aggiornate per gli spyware con un tempo variabile.

windows defender

Terminato ciò potrai avviare la scansione del computer tramite il pulsante “Avvia analisi”. In alto trovi anche il pulsante “Analizza” che esegue la stessa funzione. Alla destra di esso c’è un piccolo triangolo che apre una lista di 3 possibili metodologie di scansione.

1. Analisi veloce

2. Analisi completa

3. Analisi personalizzata

La prima esegue una scansione di una parte del PC ed impiega qualche minuto o decine di minuti; quella completa scansione l’intero computer e può impiegare ore ed infine con quella personalizzata puoi parzializzare con segni di spunta le cartelle o partizioni che vuoi controllare.

opzioni analisi

In alto trovi anche il pulsante “Strumenti” che avvia una nuova finestra in cui trovi diversi pulsanti. Il più importante è “Opzioni” che ti permette di personalizzare le impostazioni del programma.

Cliccaci sopra e troverai una lista di impostazioni da poter eseguire:

1. Analisi automatica

2. Azioni predefinite

3. Protezione in tempo reale

4. Cartelle e file esclusi

5. Tipi di file esclusi

6. Avanzate

7. Amministratore

Nella prima puoi impostare un’analisi automatica del PC in determinati giorni ed orari. Con la seconda opzione puoi impostare le azioni che il programma deve eseguire quando rileva uno spyware in base al livello di pericolosità. In pratica puoi decidere di far rimuovere o porre in quarantena l’elemento potenzialmente dannoso.

opzioni analisi

Con la terza verranno controllati o meno in tempo reale i programmi in esecuzione ed i file ed allegati scaricati nel PC. Con l’opzione “Cartelle e file esclusi” puoi decidere di escludere dall’analisi delle cartelle o file specifici. Tramite la successiva puoi escludere dalla scansione i file con un determinato tipo di estensione tipo .mp3, .jpg, .mp4, ecc.

file esclusi

L’opzione “Avanzate” imposta la scelta di cosa e come analizzare gli elementi come file compressi, posta elettronica, unità U.S.B., metodo di scansione euristico e creazione di un punto di ripristino. La sezione di amministrazione consente di attivare/disattivare il programma e gestire alcuni elementi di privacy degli utenti del PC.

amministrazione windows defender

Dalla pagina degli strumenti trovi anche il pulsante “Elementi in quarantena” nella quale potrai rilevare tutti gli elementi che durante la scansione sono stati spostati in una cartella predefinita e che sono resi, così, inutilizzabili fino ad un eventuale ripristino. Altro pulsante, alla sua destra, ti mostra la lista degli elementi consentiti. Infine dalla lista dei pulsanti in alto, quello denominato “Cronologia” ti consente di visionare tutte le azioni eseguite dal programma.

La lezione 129 descrive il programma Windows Firewall.

A cosa serve?

È un programma che controlla le informazioni provenienti da una rete, bloccandole o consentendo loro l’accesso al tuo computer. Tutto è definito da delle regole impostate dall’utente. Ciò ha come effetto l’impedimento a terze persone o programmi malevoli sia di accedere al computer sia di inviarli ad altri PC.

Come accedo?

Dal Pannello di Controllo cliccando sul pulsante omonimo. Nella schermata di presentazione troverai la lista delle reti a cui il tuo PC è connesso e tramite dei colori verde o rosso avrai a vista d’occhio lo stato di attivazione o disattivazione del Firewall.

windows firewall

Il colore verde indica che è attivo, in caso di colore rosso dovrai attivarlo con il pulsante che trovi nella lista di sinistra “Attiva/Disattiva Windows Firewall”. Il pulsante “Modifica impostazioni di notifica” ti presenta lo stesso scenario. Cliccandoci sopra, nella nuova finestra potrai riempire, con un clic, il campo di attivazione. Si attiveranno altri due campi in cui potrai inserire un segno di spunta per bloccare tutte le connessioni in ingresso, incluse quelle comprese nell’elenco dei programmi consentiti ed avere una notifica quando il programma blocca un nuovo programma.

attivazione windows firewall

Se non ricordi come devono essere impostati i parametri o vuoi ripristinare le impostazioni predefinite, c’è il pulsante relativo sempre nel lato sinistro. Un paio di clic e tornerà tutto alla normalità. Un altro pulsante che trovi è: “Consenti programma o funzionalità con Windows Firewall”. In questa sezione trovi evidenziata una lista di programmi e funzionalità a cui è consentita o meno la comunicazione attraverso il Firewall nelle varie reti.

consensi windows firewall

Con un segno di spunta puoi aggiungere programmi o funzionalità a cui consentire i permessi o toglierli. Inoltre col pulsante “Consenti un altro programma” puoi aggiungerne un altro se non compare nella lista. Nella nuova finestra ne trovi una lista, ma in caso di assenza, tramite il pulsante “Sfoglia” puoi raggiungere l’eseguibile ed inserirlo nella lista delle comunicazioni consentite. Dopo averlo selezionato clicca su “Aggiungi” e comparirà nella lista precedente. Ora potrai consentire l’accesso alle reti a cui sei connesso inserendo un segno di spunta per ognuna. In seguito cambiassi idea togliendo il segno di spunta o tramite il pulsante “Rimuovi”, bloccherai le sue comunicazioni all’interno della rete. L’ultimo pulsante da descrivere è: “Impostazioni avanzate”. Esso è destinato agli amministratori per gestire la sicurezza della rete in ambiente aziendale e non a reti domestiche. Il pulsante “Risoluzione dei problemi di rete” ti consente di eseguire delle procedure per risolvere i problemi di connessione e qui ti rimando alla lezione n° 123 con annesso video. Una nota a margine da ricollegare alla lezione n° 104 sul “Centro connessioni di rete e condivisione” e rispettivo video tutorial, riguarda la scelta di una rete. Ad ogni nuova connessione il sistema operativo reagisce chiedendoti di etichettare il tipo di connessione. I possibili tipi di connessione si riferiscono al tipo di rete a cui connettersi, e sono:

1. Rete domestica

2. Rete aziendale

3. Rete pubblica

4. Rete di Dominio

In base alla scelta che viene eseguita alla prima connessione automaticamente si imposteranno automaticamente delle regole per il Firewall. Scegliendo quella domestica o aziendale le regole sono un po’ più elastiche in quanto sottintende che gli utenti sono tutti conosciuti. In caso di rete pubblica sono più rigide per garantire una maggior sicurezza al tuo PC. Quella di dominio è gestita da un amministratore il quale decide su tutte le impostazioni, compresa la sicurezza e quindi non riguarda i computer domestici come i nostri.

Nell’ultima lezione di questa decade ti ho descritto Windows Update.

A cosa serve?

A mantenere aggiornato e quindi sicuro il tuo sistema operativo. Gli aggiornamenti sono dei software che si aggiungono a quelli già presenti nel sistema operativo che possono risolvere dei problemi e/o fornire implementazioni ai programmi già esistenti.

Come accedo?

Clicca sul pulsante omonimo dal Pannello di Controllo. Nella finestra che si presenta a te trovi il pulsante “Controlla aggiornamenti”.

windows update

Cliccaci sopra o in alternativa sullo stesso pulsante il alto a sinistra e si avvierà il controllo di presenza di eventuali aggiornamenti. Il tempo di verifica non è preventivabile. Dopo qualche secondo o minuti otterrai una risposta affermativa nel caso fossero presenti.

aggiornamenti disponibili

Dovrai quindi cliccare sul pulsante “Installa aggiornamenti” per avviare il download e l’installazione. La durata di questo processo non è preventivabile in quanto dipende dal numero di aggiornamenti e dal loro peso. Alternativamente potrai cliccare sul pulsante relativo agli aggiornamenti importanti e/o facoltativi per accedere alla lista degli stessi ed operare una selezione in base alle tue necessità. Questa è la pratica che io adotto in quanto così facendo evito d’installare aggiornamenti di programmi che non ho installato o mai utilizzerò. Selezionando l’aggiornamento col mouse nella colonna di destra avrai la descrizione della funzione. Deselezionalo se non rientra nella pratica del tuo utilizzo. Terminata la verifica clicca sul pulsante “OK” ed avvia download ed installazione.

aggiornamenti installati

Quando avrai notificato gli aggiornamenti potrai accedere alla lista degli stessi e verificarne la tipologia. Si suddividono in 3 famiglie:

1. Importanti

2. Consigliati

3. Facoltativi

I primi riguardano sicurezza, privacy e miglior affidabilità dei programmi. Sono quindi essenziali. Quelli consigliati risolvono problemi non critici e migliorano il funzionamento del sistema operativo. Gli aggiornamenti facoltativi possono riguardare driver o nuovi programmi Microsoft per migliorare il funzionamento dell’O.S. È possibile solo installarli manualmente.

Altre opzioni

Col pulsante “Cambia impostazioni” accedi alla sezione nella quale puoi scegliere come installare gli aggiornamenti. Per gli aggiornamenti importanti hai un menù a tendina che ti consente di:

1. Installare gli aggiornamenti automaticamente

2. Scaricare gli aggiornamenti ma consentire a te se installarli

3. Verificare gli aggiornamenti ma lasciare la scelta a te se scaricarli ed installarli

4. Non verificare mai la presenza di aggiornamenti

opzioni aggiornamenti

Altri campi con segno di spunta da inserire o deselezionare completano la scelta delle impostazioni. Il pulsante “Visualizza cronologia degli aggiornamenti” ti permette di vedere gli aggiornamenti installati. In questa finestra trovi il pulsante “Aggiornamenti installati” che ti consente di visionare quali aggiornamenti di programmi Microsoft sono stati aggiornati ed eventualmente disinstallarli cliccandoci sopra due volte o accedendo alla sezione del “Programmi e funzionalità”. Il successivo pulsante “Ripristina aggiornamenti nascosti” ti permette di portare di nuovo in visione gli aggiornamenti che ritenevi non necessari e che avevi nascosto. Infatti nella lista degli aggiornamenti trovati, dopo la ricerca, hai l’opportunità di non far più notificare la presenza di aggiornamenti che ritieni non necessari, come ad esempio quelli che riguardano programmi che non utilizzi o non sono installati sul tuo sistema operativo. Se sugli aggiornamenti, non necessari, clicchi col pulsante destro del mouse, dal menù, puoi scegliere di nascondere tale aggiornamento e non lo avrai più in lista degli aggiornamenti da poter scaricare.

aggiornamenti nascosti

L’ultimo pulsante “Domande frequenti sugli aggiornamenti” ti apre la guida in linea del sistema operativo dandoti delle info relative a questa sezione.

Alla prossima per avviarci alla conclusione delle sezioni pannello di controllo. Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier.

Carlo

P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Puoi scegliere di seguire il percorso anche su:

Print Friendly, PDF & Email