GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 112 DI ∞

PANNELLO DI CONTROLLO – GRUPPO HOME

Bentornato Goodlier, bentornata.

La sezione del Pannello di Controllo che descrivo oggi è “Gruppo Home”.

Anche se ho già trattato della creazione del Gruppo Home quando ho descritto le reti nella Lezione 86 e segg. e rispettivi videotutorial, è bene dedicare una lezione esclusiva per rafforzare certe nozioni e scoprirne di nuove.

A cosa serve?

Hai realizzato che la più grande forma di crescita, evoluzione è la condivisione?

Bene, nel mondo informatico il non plus ultra della condivisione è la rete planetaria di internet.

Ma in ambito familiare o in un ufficio o azienda? Naturalmente le reti domestiche e/o aziendali.

Quindi per rispondere alla domanda il “Gruppo Homepermette di condividere. Cosa? Oserei dire qualsiasi cosa, anche se tecnicamente può risultare impropria come definizione.

In realtà il “Gruppo Home” è una funzionalità di Windows 7 (anche 8) che semplifica la condivisione di file, cartelle e stampanti con tutti gli altri utenti appartenenti al gruppo.

Il “Gruppo Home” viene creato se non ne esiste alcuno nella rete. Se dovesse esistere già una rete all’atto del collegamento del computer sarà semplicemente possibile parteciparvi.

Il gruppo è protetto da password ed è possibile scegliere cosa condividere.

password gruppo home

È possibile anche condividere file o cartelle specifiche solo con alcuni componenti del gruppo. L’unico utente che non potrà partecipare al gruppo è colui che utilizza il computer con un account Guest (cfr. Lezione 97 e videotutorial relativo).

Come hai già preso visione nella Lezione 88 puoi realizzare un gruppo Home e selezionare gli elementi da condividere come immagini, musica, video, documenti e stampanti.

Al termine di tale procedura verrà generata una password alfanumerica utilizzabile per aggiungere altri utenti a questa rete.

Ogni utente potrà essere collegato, ad esempio, tramite le varie porte ethernet che un modem/router presenterà nel suo retro. Quello che utilizzo io ne possiede 4.

Il nuovo utente (o te stesso/a con altro dispositivo), dal suo PC, aprirà “Esplora Risorse” e cliccando sulla scritta “Gruppo Home” troverà il pulsante “Partecipa ora”.

accesso gruppo home

Al termine della procedura dovrà digitare la password che tu possiedi e l’accesso al gruppo sarà realizzato.

Ogni utente avrà accesso all’altro computer limitatamente a ciò che ogni utente ha deciso di porre in condivisione sfruttando le cartelle già presenti e visionabili all’interno del gruppo o creandone nuove.

La cosa da ricordare è che nella condivisione puoi imporre le modalità di sola lettura o anche scrittura. In quest’ultimo caso dai piena libertà ai file condivisi compresa la rimozione.

scelta condivisione

Le cartelle o i file condivisi all’atto della cancellazione degli stessi o se la condivisione viene rimossa o infine si uscirà dal gruppo, non saranno più consultabili da tutti gli utenti.

Sottolineo che l’uscita dal gruppo non sottintende la chiusura dell’intero “Gruppo Home”. Ciò avverrà solo se tutti i partecipanti usciranno dallo stesso.

La condivisione può avvenire anche per l’hardware, infatti se la rete disponesse solo di una stampante sarà possibile condividerla, installandola (i driver) in ogni computer.

Nell’ipotesi poi, che essa riceva contemporaneamente più richieste di stampa da parte dei vari utenti, si formerebbe una coda di stampa che sarà realizzata nei tempi relativi alla quantità di pagine per ogni singolo invio di stampa.

La condivisione di file e stampanti non è esclusiva delle reti cablate, ma se i vari dispositivi possiedono le interfacce wireless, potrai implementare gli accessi al gruppo sfruttando proprio tale tecnologia. Ben evidenziato nella Lezione 89 e rispettivo videotutorial.

La partecipazione al “Gruppo Home” è possibile solo per i computer che presentano tale opzione. Ripeto che essa semplifica la creazione e gestione delle reti, ma non è l’esclusivo modo di realizzare una rete.

Sarebbe una limitazione che escluderebbe altre versioni di Windows antecedenti all’introduzione di tale Gruppo.

Tipi di accesso alle reti

Un computer in una rete può essere inserito in diversi modi. Può far parte di un gruppo home, un gruppo di lavoro o un dominio.

La gestione del computer e delle risorse ne contraddistingue le differenze principali.

In ambito domestico hai preso visione di come e cosa significa far partecipare il tuo computer ad una rete basata su un “Gruppo Home”. Esso, come detto, è un’opzione di semplificazione nella creazione di reti di condivisione rilasciata con le ultime versioni di Windows.

Una rete domestica di norma è realizzata con la gestione di un gruppo di lavoro (WorkGroup). Mentre nel gruppo home vige la presenza di una password (digitata solo al primo accesso al gruppo) in un gruppo di lavoro questa password è assente.

La gestione di una rete basata su un gruppo, equipara ogni computer allo stesso livello, in inglese peer. È da qui ti rimando alla dizione delle reti di condivisione peer to peer (P2P) che permettono il trasferimento di file da un computer ad un altro.

Ogni utente ha il controllo solo del suo PC. Il gruppo è riferibile di norma a pochi computer alloggiati nella stessa area (L.A.N. – Local Area Network).

Un computer inserito in una rete aziendale di norma fa parte di un dominio.

Si parla di domini quando un amministratore gestisce la rete di computer connessi tramite uno o più server. Per semplicità possiamo immaginare come un nodo (server) a cui sono collegati i vari computer. Un collegamento denominato uno (PC) a molti (PC).

La gestione è centralizzata per quel che concerne la sicurezza e le autorizzazioni concesse. Il numero di computer/utenti può essere elevato e trovarsi anche in diverse aree/luoghi.

L’azione del singolo utente sul computer, che ne ha in uso, è normalmente limitata dagli amministratori in termini di impostazioni ed installazioni in modo da garantire una coerenza, un’uniformità di funzionamento ed uso.

L’accesso al dominio avviene tramite l’inserimento di credenziali utente e password ad ogni accesso.

L’utilizzo delle risorse condivise è determinato dall’amministratore e non dall’utente. Un account con credenziali per un dato dominio può accedere a tutti i computer senza disporre di un singolo account dedicato per ogni PC.

Un computer che fa parte di un gruppo di lavoro può far parte di un dominio solo dopo che venga rimosso dal gruppo di lavoro, in quanto il cambio di gestione ne compromette l’accesso al precedente.

Termino rimandandoti al videotutorial n°88 per visionare la parte pratica della creazione e gestione di un “Gruppo Home”.

Sei a buon punto nella comprensione del Pannello di Controllo. Nella prossima lezione si continua.

Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier.

Carlo

Foto di:

Screenshot realizzati da TheGoodly

P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Puoi scegliere di seguire il percorso anche su:

Print Friendly, PDF & Email