GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 86 DI ∞

RETI CABLATE E WIRELESS Parte 1

Bentornato/a Goodlier.

Oggi diventerai pescatore/rice, non di pesci ma di Bit. Scriverò di reti, non quelle del calcio (ah, ah), ma di quelle informatiche.

Cosa sono le reti?
 
rete

Hai mai visto un film con gli indiani? Quando dovevano comunicare tra loro, utilizzavano segnali di fumo e in caso di necessità potevano far da ponte e ritrasmettere le informazioni. Di fatto avevano creato una rete visiva di informazioni a pacchetti.

Altro esempio: Da piccolo/a hai mai giocato a telefono senza fili?
Si formava un cerchio di un numero abbastanza ampio di bambini ed il primo sussurrava una parola o frase nell’orecchio del vicino alla sua sinistra.

A sua volta egli ritrasmetteva l’informazione al bimbo, sempre alla sua sinistra, e così via fino a terminare il giro.

Al termine l’informazione impacchettata veniva annunciata e si evidenziava il risultato. La linea era sempre “disturbata” e quindi l’informazione non veniva riportata fedelmente. Questo gioco aveva creato una rete informativa meccanica (audio).

Questi due esempi per farti comprendere rapidamente che le reti informatiche non sono altro che una strategia per trasmettere, ricevere ed eventualmente ritrasmettere informazioni che, nella fattispecie, sono pacchetti di bit.

Se pur esplicato in maniera semplicistica questo è quanto.

Tramite una rete informatica, oltre che uno scambio di dati, informazioni, sarà possibile condividere risorse software e/o hardware.

  • Un programma che risiede in un computer centrale (server) può essere avviato ed utilizzato da più utenti nello stesso istante.
  • Un sito web può essere navigato da più lettori contemporaneamente.
  • Una stampante collegata a più dispositivi può essere utilizzata per stampare documenti presenti nei diversi computer.

Questi piccoli esempi per farti comprendere le potenzialità di una rete.

La più grande rete di computer esistente al mondo è ovviamente internet.

Non ci solo limiti di distanze. Possedendo un dispositivo, il supporto per accedere alla rete (connessione, protocollo) e l’hardware necessario (PC dispositivi portatili, modem/router, cavi, ecc.) sostanzialmente sei pronto/a per creare la tua rete o accedere ad una preesistente.

Le reti possono essere suddivise in varie categorie. Quelle più conosciute sono etichettate con i termini:

  • LAN (Local Area Network) che si configura come una rete relativamente ristretta in termini di estensione. I computer all’interno di un ufficio, un piano, un edificio o un gruppo di edifici; per farla breve un raggio molto limitato. Immagina un piccolo quartiere di una cittadina.
  • WAN (Wide Area Network) ossia una rete estesa su un’ampia area geografica, composta anche da più reti LAN.

Le reti possono anche suddividersi in:

  • Chiuse quindi limitate alla sola zona di utilizzo ad una cerchia ristretta di utenti, senza accessi all’esterno o dall’esterno ed a volte protette da credenziali di accesso. Questo con lo scopo di limitare sia gli accessi, sia per garantire una maggiore sicurezza agli scambi delle informazioni.
  • Aperte con accesso libero bidirezionale e quindi collegabili indefinitamente ad ogni altra rete.

Lo scambio d’informazioni avviene tramite una tecnologia che, nel corso degli anni, si è andata sempre più implementando dal punto di vista delle prestazioni e lo sarà ancor di più in futuro.

Questo ha portato a poter scambiare pacchetti di bit ad una velocità sempre maggiore e quindi permettendo un flusso di dati tale, da poter introdurre il trasferimento di componenti audio e soprattutto video nella trasmissione.

Componente video che richiede una quantità di dati imponente ed un flusso degli stessi, oltreché rapido, anche continuativo al fine di garantire la visibilità del video stesso.

Attualmente in Italia una velocità dati nelle grandi città e per un’utenza domestica, si aggira nella forbice (abbastanza larga a dire il vero) tra 1 e 10 Mbit al secondo in download, tramite il doppino telefonico. Eccezioni e fibra ottica a parte naturalmente.

La tecnologia in uso oggi è definita “ADSL” con varianti, che sottolineo, possono differire di molto in prestazioni da luogo a luogo e da dispositivo a dispositivo in base alle caratteristiche dello stesso.

Un motorino raggiunge la sua massima velocità su una strada asfaltata, sia se la stessa possiede una corsia che ne possegga quattro. La macchina computer gioca quindi, il suo ruolo importante durante lo scambio d’informazioni.

Com’è costituita una rete?
 
nido api

Brevemente, immaginatela come un nido d’api.
Ogni cella rappresenta un dispositivo che è connesso ad un altro ed un altro ancora, tramite un’interfaccia.

L’interfaccia è lo strumento che permette ai dispositivi di dialogare e può essere diverso tra un dispositivo ed un altro, purché la tecnologia venga supportata da entrambi.

Se tu vuoi parlare con un giapponese, con uno spagnolo o con un greco, lo potrai fare solo per mezzo di uno o più traduttori.

Gli interpreti faranno in modo di poter ampliare il flusso d’informazioni diffuse, potendo ritrasmetterle l’un l’altro a tutti i fruitori dell’informazione in quel dato momento.

In sintesi grazie ad essi, tutti possono entrare in possesso delle stesse informazioni fornite e condivise da ogni singolo utente della rete.

Il collegamento fisico tra i vari dispositivi può quindi avvenire con tecnologie diverse, purché compatibili con coloro con cui si decide di collegarsi o di creare la rete.

Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier.
Carlo

Foto di:

Cosa sono le reti? – Oberazzi
http://www.flickr.com/photos/oberazzi/2044470902/

Com’è costituita una rete – edosbornphotography
http://www.flickr.com/photos/ed_o/2179154776/

P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Puoi scegliere di seguire il percorso anche su:

Print Friendly, PDF & Email