GUIDA AL COMPUTER – SINTESI LEZIONI 41-50

Bentornato/a Goodlier.

In queste ultime dieci lezioni hai fatto un salto di qualità verso il software. Un programma che spesso è snobbato e quasi mai trattato. Relegato in secondo piano. Come se non fosse importante…

In realtà se non ci fosse questo programma, il B.I.O.S. (Basic Input Output System), un PC non avrebbe modo di avviarsi. Ad ogni accensione la parte da padrone la esegue proprio il B.I.O.S.
Accendi il PC, il monitor e segui l’avvio. L’accensione dei Led sul cabinet, la sequenza di scritte, nomi, codici e numeri apparentemente indecifrabili.
Queste sigle riguardano in primo luogo informazioni sul B.I.O.S.

Lo stesso provvede a:

  • Gestire l’avvio del PC
  • Eseguire un’autodiagnosi hardware per rilevare eventuali problemi o conflitti
  • Mantenere in memoria alcune impostazioni dell’hardware
  • Fornire all’utente la possibilità di variare alcuni parametri ed impostazioni nella gestione del PC (Setup)
  • Gestire la comunicazione tra le parti della scheda madre
  • Cercare sul disco rigido i dati in cui sono contenute le informazioni per l’avvio del sistema operativo

I parametri che compaiono sul tuo monitor non sono identici tra il tuo PC ed un altro in quanto riportano i dati dello specifico B.I.O.S., quindi scheda madre, e di una parte dell’hardware installato sul tuo PC.
Se decidi di leggere queste info sarai costretto a premere il tasto “Pausa Interr” della tastiera per bloccare il mostrarsi rapido dei dati.

Nella zona in alto, della schermata iniziale, si presenterà il nome dell’azienda produttrice del B.I.O.S. ed una stringa alfanumerica che specifica tipo di C.P.U., dimensione del B.I.O.S., versione, revisione e data dello stesso, numero identificativo del B.I.O.S.
Alcuni programmi di terze parti o direttamente all’interno del sistema operativo puoi ottenere le stesse informazioni (ad esempio Glary Utilities, IOBit Toolbox e Microsoft System Information/Regedit.


Perché rilevare le informazioni del B.I.O.S.?


Why


Nel caso fossi costretto ad eseguire l’aggiornamentop del B.I.O.S. (upgrade), per migliorare le capacità di pilotaggio dell’hardware da parte dello stesso.
Se non né hai la necessità, è operazione da non eseguire solo per il mero piacere di estremizzare tutti gli aggiornamenti del tuo computer.
Ogni aggiornamento non è esente da rischi che possono anche essere gravi.
La procedura di aggiornamento prevede, di norma, due fasi:

  1. Cancellazione dalla memoria del precedente programma
  2. Scrittura nella memoria del nuovo programma

Un problema durante l’upgrade potrebbe bloccare la MB rendendo il PC inutilizzabile. Il ripristino dell’efficienza non sempre è eseguibile dall’utente.
Prima di eseguire un upgrade, creare una copia di sicurezza del B.I.O.S. qualora fosse necessario un ripristino. L’aggiornamento può eseguirsi in due modi:

  1. A freddo
  2. A caldo

Nel primo caso durante la fase di avvio del PC inserendo un dispositivo esterno (Pen drive o CD/DVD o HD) al cui interno sarà presente la nuova versione del programma. Alternativa a tale opzione avviene entrando nel B.I.O.S., potresti trovare una zona dedicata all’aggiornamento dello stesso.
A caldo, con maggiori garanzie, dopo aver caricato il sistema operativo. Avviando un programma eseguibile (.exe), scaricato dal sito del produttore della MB, si aggiornerà in un tempo relativamente breve.


Ma è sicuro un aggiornamento?


Danger


Dipende se la procedura viene eseguita senza che si verifichino problemi e dall’affidabilità della fonte da cui hai prelevato il programma; se il B.I.O.S. è corrotto da virus può creare danni nefasti al tuo computer.
Di norma una volta eseguito l’aggiornamento o se non ti necessità, controlla se le impostazioni del tuo B.I.O.S. forniscono l’opzione di blocco per gli aggiornamenti. Esistono due possibilità:

  1. Hardware
  2. Software

Il primo caso avviene via hardware. Tramite un ponticello è possibile inibire l’alterazione della memoria (Flash Memory) contenente il B.I.O.S.
Tramite un’impostazione interna del programma, puoi abilitare o meno la scrittura della memoria che contiene appunto il B.I.O.S.


Come accedo alle impostazioni (setup) del B.I.O.S.?


Non c’è un modo univoco. Dipende dalla scheda madre, ma di solito per entrare nel programma devi premere uno dei seguenti tasti:

  • ESC
  • CANC (Delete)
  • F2
  • Altri possibili tasti

Puoi comunque individuarli leggendo il libretto d’istruzione della scheda madre o del PC. All’accensione del computer la procedura continuerà evidenziando altri parametri sostanzialmente relativi all’hardware presente con notifica di stato dello stesso.
Infatti si rappresenteranno i dati completi o parziali di alcuni dispositivi come:

  • C.P.U.– Marca, tipo o struttura, velocità e memoria periferica (Cache)
  • R.A.M. – Marca, tipo, capacità e velocità
  • Scheda grafica – Marca, tipo, capacità e velocità
  • Disco/hi Rigido/i – Marca, tipo, capacità e velocità
  • Lettore/i masterizzatore/i – Marca e tipo

Lasciando proseguire la procedura ad un certo punto inizierà il caricamento del sistema operativo sulla R.A.M., sempre che il B.I.O.S. lo individui. In caso di assenza o sia perduto in qualche parte, avrai notificato il problema con una frase tipica, normalmente in inglese, che suona così:


“Reboot And Select Proper Boot Device Or Insert Boot Media In Selected Boot Device And Press A Key”.


In sintesi dice di riavviare il PC e selezionare il dispositivo corretto (dove è presente il sistema operativo) oppure inserisci un supporto (CD/DVD/Pen drive/HD esterno) avviabile nel dispositivo attualmente selezionato e premi un tasto.
Prima di installare il sistema operativo entra nel B.I.O.S. ed imposta i suoi parametri.
Attualmente il programma presente nelle varie schede madri può presentarsi con due tipi d’interfaccia:

  • Classica
  • Grafica

La differenza principale è riconducibile alla metodologia di interazione col programma stesso.
Nel primo caso puoi leggere e/o modificare i dati solo attraverso l’utilizzo della tastiera, mentre nel secondo caso può avvenire anche per mezzo del “topo”.


B.I.O.S. con interfaccia standard


All’atto dell’esplorazione del B.I.O.S. in una zona dello schermo potrai aver visione di una legenda che ti evidenzia come poter interagire col programma stesso. Ti saranno evidenziate le funzioni che porterai a termine premendo alcuni tasti funzione (Fn), i tasti di movimento (su/giù/destra/sinistra), i tasti operazioni (+ e -), il tasto uscita (Esc), ecc.


Le schermate ed i parametri visualizzabili e/o modificabili dipendono dal tipo di B.I.O.S. e quindi non è possibile fornire un’indicazione certa di ciò che potrai visualizzare od impostare al suo interno.
Una volta avuto accesso al programma potrai deliziarti nella lettura e/o alterazione dei parametri, ma per alcuni dei quali se variati senza conoscenze possono bloccare il PC.



Cosa fare se accade il peggio?


Se il tuo computer rimane bloccato a causa delle impostazioni errate puoi ripristinare i valori di base in una delle sezioni presenti all’interno del programma stesso. 
Alternativamente potrai togliere la batteria tampone. Eseguirai così il reset della memoria del B.I.O.S. cancellando i suoi parametri.
Alla riaccensione caricherai quantomeno i parametri di base ripristinando l’uso del PC.

Ogni B.I.O.S. possiede una propria struttura grafica, ma le sezioni che di norma troverai sono:

  • Main – Funzioni principali
  • Advanced – Funzioni avanzate
  • Security – Sicurezza
  • Power – Alimentazione
  • Boot – Avvio
  • Exit – Uscita


Main – Funzioni principali



Main


In questa sezione potrai visionare e/o modificare la data e l’ora, la quantità di R.A.M. presente/installata sulla MB, le periferiche interne collegate alle varie porte (SATA Port nn) come dischi rigidi e lettori/masterizzatori, la funzione “SMART Monitoring”. Potrai anche accedere ad alcune funzioni per l’avvio, come “Fast Boot“, per abbreviare il tempo per l’inizio del caricamento del sistema operativo in R.A.M. o la funzione “Boot Menù“, per la visualizzazione del menù di avvio, in modo da poter scegliere il dispositivo da cui avviare appunto il sistema operativo.


Advanced – Funzioni avanzate


Presenta le opzioni avanzate, come la possibilità di gestire le porte U.S.B. e supportare i dispositivi ad esse collegate. Inoltre puoi selezionare il tipo di scheda grafica che pilota il tuo monitor:

  • IGD = Integrated Graphic Device ossia scheda grafica integrata sulla MB
  • PEG = PCI Express Graphic, cioè scheda grafica di tipo P.C.I. Express
  • PCI = Scheda grafica di tipo P.C.I.
  • Auto = Selezione automatica della scheda grafica.

Esiste anche la possibilità di variare la velocità delle ventole dissipatrici da un sensore di temperatura interno (se presente ovviamente) ed impostare un controllo sulla temperatura del processore per evitare che vada in sovratemperatura danneggiandosi. Terminando questa sezione potresti avere l’opportunità di attivare la funzione “Virtualization Technology” per il processore, cioè una capacità di creare e saper gestire una macchina virtuale.


Security – Sicurezza


Dalla sezione di sicurezza puoi inserire una password generale e/o di accesso limitato per evitare che estranei possano accedere e variare le impostazioni del B.I.O.S. e/o impedire l’accesso al PC all’avvio. Puoi impedire anche l’avvio del sistema operativo digitando una tua chiave per inibire l’uso del computer. Altra funzione importante in termini di sicurezza è disabilitare (o meno) la scrittura della memoria (Flash) in cui abita il B.I.O.S. evitando così scritture involontarie o indesiderate da virus.


Power – Alimentazione


Tramite questa sezione puoi mantenere alimentate le porte U.S.B. anche quando il PC è spento. Quindi potrai utilizzare tali porte per una sorta di ricarica dei dispositivi, ma consumerai corrente quando non colleghi nulla.E la questione sicurezza poi?


Boot – Avvio


Nella sezione dedicata ai dispositivi di avvio (boot) puoi dare un ordine di priorità nella scelta del boot del tuo computer.
Il PC può avviarsi da disco rigido, CD/DVD, periferica U.S.B., scheda di memoria, rete e tante altre diavolerie che in futuro inventeranno i produttori.
Un’ipotettico ordine può essere:

  1. Periferica U.S.B.
  2. Lettore/masterizzatore CD/DVD
  3. Disco rigido

Il tuo B.I.O.S. cercherà un O.S. su una periferica U.S.B. Se non presente individuerà la sua presenza nel lettore ed infine, in caso di assenza, all’interno del disco rigido.


Exit – Uscita


Nella sezione di uscita potrai:

  • Save Change & Exit = Memorizzare le impostazioni eseguite ed uscire
  • Discard Changes & Exit = Tralasciare le impostazioni selezionate ed uscire
  • Get Default Values = Impostare automaticamente i parametri di fabbrica decisi/definiti dal costruttore
  • Load Previous Values = Caricare i valori precedentemente memorizzati


B.I.O.S. con interfaccia grafica



Le produzioni più recenti ti forniscono un’interfaccia che migliora l’usabilità nella tua interazione col programma.

Home

Nella pagina iniziale trovi:

  • Marca della scheda madre
  • Ora, giorno, mese ed anno
  • Versione del B.I.O.S. e data di produzione
  • Informazioni relative alla CPU (marca, tipo, modello e velocità)
  • Quantità di memoria R.A.M., la sua tipologia, e velocità
  • Barre di stato colorate che monitorano le temperature della C.P.U. e della M.B. Le tensioni di alimentazione del processore e quelle fornite dall’alimentatore
  • La velocità delle ventole presenti nel tuo PC
  • La sezione che ti permette di selezionare il dispositivo di avvio


Menù di uscita o avvio modalità avanzata



Exit


Avviando la modalità avanzata entrerai in una sezione che ti permetterà di accedere ad altre sezioni:

  • Main
  • Ai Tweaker
  • Advanced
  • Monitor
  • Boot
  • Tool
  • Exit


Sezione Main



Una legenda esplicativa dell’uso dei tasti si evidenzierà per metterti nelle migliori condizioni di interfacciarti col programma.
Al di sopra di tale legenda troverai sempre presente una breve descrizione del parametro che selezionerai col mouse per una migliore comprensione sulla funzione di tale parametro.
Come visto prima puoi impostare una password di accesso al B.I.O.S.


Sezione Ai Tweaker


Questa sezione ti permetterà di eseguire un’implementazione di prestazioni di alcuni dispositivi hardware.Puoi impostare la frequenza di lavoro della R.A.M. installata e la massima frequenza di lavoro del processore grafico.


Sezione Advanced


Advanced


La sezione “Advanced” ti permetterà di:

  • Impostare il controllo di sicurezza sulla temperatura del processore
  • Impostare il numero di C.P.U. da utilizzare e presenti all’interno del processore
  • Attivare o meno la tecnologia di virtualizzazione, ecc.
  • Selezionare quale scheda grafica utilizzare all’avvio del PC
  • Impostare la quantità di R.A.M. disponibile per la scheda grafica se integrata alla MB
  • Impostare o meno la possibilità di pilotare più monitor dalla scheda grafica
  • Impostare la funzione S.M.A.R.T. per il disco rigido
  • Configurare alcune funzionalità delle interfacce U.S.B.
  • Impostare dei parametri e/o abilitare delle funzioni dei seguenti dispositivi: Scheda audio, Scheda di rete, Connettori frontali sul PC


Sezione Monitor



In questa sezione potrai evidenziare le temperature del PC, lo stato di alimentazione e cambiare alcune impostazioni delle ventole dissipatrici.
La funzione “CPU Temperature” permette di visualizzare la temperatura del processore. Medesimo discorso è riferibile alla funzione “MB Temperature”.
La funzione “CPU Fan Speed” visualizza la velocità del dissipatore del processore.

Sezione Boot



Potrai avviare il B.I.O.S. accedendo direttamente all’interfaccia avanzata o l’interfaccia iniziale. Inoltre puoi definire la priorità dei dispositivi di avvio del PC.


Sezione Tool


Qui puoi eseguire e/o visualizzare alcune funzioni speciali come il backup del B.I.O.S. o caricare un’altra versione del B.I.O.S.
Ancora, visualizzare i dati dei vari banchi R.A.M. presenti nei rispettivi slot.
Poi, impostare e/o caricare dei profili del B.I.O.S. e memorizzare fino ad 8 diverse impostazioni dei vari parametri dello stesso.
Sezione Exit
Terminate tutte le impostazioni puoi uscire dal setup col pulsante “Exit”.
Accederai ad un nuovo menù che ti permetterà di:

  • Caricare i parametri base di fabbrica definiti dal costruttore
  • Salvare le impostazioni ed uscire dal setup del B.I.O.S.
  • Scartare le impostazioni ed uscire dal setup del B.I.O.S.
  • Tornare all’interfaccia base iniziale, ecc.

Terminate le impostazioni del B.I.O.S. puoi avviarti nell’installazione del sistema operativo. Prima però devi ricordare che se comincerai a notare nell’orologio ubicato in basso a destra (nella Systray) del monitor, un valore improprio di ora e data devi sostituire la batteria tampone interna al tuo PC. 
Ora formatta!


Cosa significa formattare?


Su Wikipedia trovi scritto:
“L’operazione consiste nel dividere la capacità del disco in una serie di blocchi di uguali dimensioni e fornire una struttura in cui verranno scritte le informazioni che permetteranno l’accesso ai dati desiderati.”
La formattazione compie una predisposizione della superficie del disco nei quali successivamente andranno a memorizzarsi i dati digitali.
Può avvenire principalmente in due modi:

  1. Reinizializzazione del disco (detta a volte a basso livello)
  2. Ad alto livello

Il primo caso distrugge il suo contenuto di dati informatici.
La formattazione ad “alto livellonon distrugge/cancella i dati dall’HD, ma viene riscritta solo la zona del disco in cui sono contenuti i dati della gestione dello stesso.

Perché si esegue?


Di norma avviene prima di una reinstallazione del sistema operativo per cause di vario genere:

  • Cambio versione O.S.
  • Malfunzionamenti o mancato avvio dello stesso
  • Virus/malware
  • Creazione di una nuova partizione
  • Ecc


Come si realizza?

  1. A caldo
  2. A freddo

Nel primo caso con O.S. avviato, mentre nel secondo senza che sia attivo lo stesso (con l’utilizzo dei Live CD) o in fase di una sua installazione.
Se devi formattare un supporto a caldo, esegui il comando integrato nel sistema operativo avviando ad esempio “Esplora Risorse“ o “Risorse del Computer”; individua il supporto da formattare e clicca col tasto destro del mouse, selezionare la funzione “Formatta…” dal menù che si manifesta.
Scegli il tipo di “File System” che vuoi utilizzare nella formattazione:

  • FAT16
  • FAT32
  • NTFS

Nella sezione “Etichetta del volume” inserisci un nome che desideri e clicca su “Avvia”.


Il partizionamento


La partizione (suddivisione) è lo spazio di memorizzazione del tuo HD. In essa è installato il sistema operativo ed i programmi. Nella stessa tu memorizzerai in una o più cartelle anche tutti i tuoi file come: foto, video, documenti, canzoni, presentazioni ed ogni altro dato informatico che creerai durante l’uso del tuo PC.
Cosa accade se sei costretto/a a formattare…..? Perdi tutto…


Cosa significa partizionare un HD?


Dividere


Prendi un disco rigido. Crea una o più parti, sezioni, divisioni, porzioni.
Dividi quindi lo spazio disponibile in una o più sezioni.
Ogni sezione verrà esplorata dai vari programmi/sistemi operativi come fossero dischi rigidi indipendenti. Se nel tuo computer hai installato un disco rigido, nella peggiore delle ipotesi “DEVI” assolutamente dividerlo in due sezioni. Ciò per avere una ragionevole certezza di non perdere i tuoi dati utili/importanti/vitali.
Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao
Carlo 
Foto di:

Print Friendly, PDF & Email