GUIDA AL COMPUTER – SINTESI LEZIONI 31-40

Bentornato/a Goodlier.
Eccoti al consueto riepilogo delle decadi.
Credo che senza dubbio, contraddicimi pure se non sei d’accordo, questa decade sia stata la più performante tra le 4 in quanto hai conosciuto le tecniche, che difficilmente incontrerai, come la creazione di una tua configurazione hardware.
È stato il primo salto di qualità in quanto hai toccato con mano la creatività.

Uno strumento che ti permetterà di diventare un futuro Dominatore del Computer e poter scegliere davvero il computer che fa per te. Ma la vera soddisfazione sarà quando configurerai ed assemblerai un computer per qualche tuo/a conoscente che ti dirà: Ma come hai fatto? E tu fanatico risponderai: semplice, io sono un Goodlier. E lui: Cheeee?
A quel punto tu spiegherai come sei riuscito a raggiungere tale risultato. Ed io indirettamente pur non conoscendoti, forse, senza essere consapevole delle tue avventure informatiche, mi sentirò straordinariamente gratificato del successo che otterrai.

La mia grande soddisfazione sei tu ed il numero di lettori che aumentano, seppur lentamente, mese dopo mese alcuni dei quali mi notificano il loro interesse nel leggere questo sito con E-mail e commenti ricevuti nelle varie piattaforme in cui pubblico il materiale didattico.

Detto questo riassumo il percorso delle ultime 10 lezioni prima di saltare ulteriormente di livello.

Utilizzando un configuratore potrai andare in un negozio ed acquistare il tuo primo PC.
Infatti grazie ai configuratori seguirai una procedura guidata ed assistita dal programma stesso che grazie a dei filtri ti permetterà di associare i vari componenti uno dopo l’altro in piena sicurezza e compatibilità. I primi filtri in assoluto saranno la tua mente ed il tuo portafoglio in quanto deciderai marca, modello, caratteristiche e prezzo dei vari componenti. Successivamente entra in gioco il software utilizzato sui siti che ti proporrà solo i componenti compatibili con la tua scelta iniziale.


Se non ne conosci alcuno, l’accesso ai configuratori avviene tramite i motori di ricerca su internet. Dovrai semplicemente digitare all’interno del campo di ricerca parole come: “CONFIGURATORI PC” e premere invio.

Ti si aprirà una pagina dei risultati organici nella quale troverai tra i vari esiti della ricerca alcuni siti che mettono a disposizione questo programma.
Clicca su alcuni di essi ed entrerai in un nuovo modo di acquistare un computer.

Datti qualche secondo per capire la chiave di lettura della pagina web, in quanto troverai un’interfaccia tutt’altro che scarna perché non dedicata al solo scopo di configurare il PC. Individua la zona, verosimilmente al centro della pagina o defilata lateralmente, dove poter accedere alla procedura guidata.

Se non sei esperto nei configuratori in quanto li hai conosciuti solo con questa sintesi non ti preoccupare. Smanetta pure senza problemi; danni non puoi compierli, le scelte sono reversibili, anonime e soprattutto non definitive per l’acquisto. Ora il tuo scopo è comprendere, realizzare cosa generano le tue selezioni nel configuratore, dopo affinerai la scelta comprendendo le caratteristiche dei componenti ed infine realizzerai la tua configurazione definitiva.

Le prime scelte saranno relative al processore (Intel o AMD) ed alla scheda madre. I pilastri del tuo computer. Successivamente in cascata avrai visualizzati gli altri.

I configuratori che ho descritto e sperimentato per te nelle lezioni relative sono stati:

In essi troverai la lista dei componenti installabili in un computer. Qualcuno sarà più o meno completo dell’altro, in quanto ti permetterà anche di selezionare i componenti esterni al computer e software vari, ma il risultato in ogni caso è straordinario.
Clic dopo clic comporrai il tuo computer e lo status del configuratore ti presenterà in tempo reale la lista aggiornata e la spesa relativa. Inoltre in caso di errore lo stato del configuratore te lo notificherà con un cambiamento di colore da verde a rosso o cose del genere.

Prima di ogni singola scelta potrai consultare la preziosa scheda tecnica che accompagna ogni componente e se vero che potresti non comprendere nulla delle sigle e/o numeri che compaiono, è altrettanto vero che dandoti un po’ di tempo e confrontando le varie configurazioni riuscirai a comprendere la chiave di lettura delle caratteristiche e far tuo il processo di scelta.

In ognuno dei configuratori, in genere, dovrai e potrai selezionare anche il sistema operativo ed eventuali altri software da installare sul tuo PC . Se lo desideri seleziona anche l’assemblaggio del computer a pagamento, ossia il montaggio, per risparmiarti quest’azione.

In sintesi per imparare a progettare da solo una configurazione lanciati nella sfida e divertiti esercitandoti più volte nel creare varie configurazioni complete, cambiando i componenti con marche e modelli e soprattutto testando con le due differenti famiglie Intel ed AMD. Ciò ti permetterà di capire le sfumature tra le due famiglie comprendendo la differenza tra le sigle dell’una e dell’altra. La tua consapevolezza deve essere riferita al fatto che non devi creare una configurazione per acquistare il tuo PC, ma solo prendere fiducia e conoscenza dei configuratori.

Solo quando ti riterrai competente, deciderai di lanciarti nella configurazione finale d’acquisto. Dopo questo passo “DEVI” condividere questo piccolo trucco alle persone della tua cerchia. Ciò che impari insegnalo. Imparerai ancora di più.
Ora vuoi scendere ed andare in un negozio ad acquistare il tuo bel PC o no?

Spero tu abbia compreso, dopo la lezione sull’acquisto, che dovrai fare un salto, solo per dovere cronologico, in qualche negozio di grandi centri di distribuzione per vedere se una configurazione vicina alla tua possa trovarsi in offerta speciale, ma poi recati nel negozio specializzato in vendita di articoli informatici. Da nessuna altra parte. Il tuo animo sarà colmo di gratificazione e soprattutto il tuo portafoglio rimarrà un po’ meno leggero. Ah, già usi la carta… Così te la clonano… 😉

Battute a parte acquisterai un computer straordinariamente adeguato alle tue necessità ed il prezzo, quindi, sarà strettamente correlato all’uso che ne farai. Sarai stato efficacissimo perché sarà il computer che TU avrai creato.

Se comunque non vuoi sfidarti e metterti in gioco configurando il PC da solo, recati comunque in un negozio specializzato per acquistare il tuo computer. Troverai computer assemblati con caratteristiche diverse a seconda dell’uso che puoi farne e chiedendo, ai ragazzi preparati che vi lavorano, raggiungerai lo scopo acquistando il computer più vicino alle tue necessità e risorse economiche.
L’acquisto nei grandi centri lo devi effettuare solo se la configurazione da te scelta si avvicina ad uno dei PC proposti, ma in offerta speciale. E controlla che non sia un’offerta speciale da ultimo pezzo esposto in vetrina in quanto questi pezzi, come avrai sicuramente notato da esperienza personale, sono a diretto contatto col potenziale cliente che può benissimo “interagire” con lo stesso…

Se sei inesperto/a potresti nemmeno sapere dell’esistenza di negozi specializzati di vendita di tali prodotti, per poter rendere efficace il tuo acquisto. Ti rivolgerai quindi ai grandi centri e cosa accadrà?….

Se ancora non lo hai fatto scaricati l’ebook gratuito che ti ho preparato Computer – Guida all’acquisto

Guida all'acquisto di un computer
 

Conoscerai un po’ meglio cosa dovrai affrontare. Questo ebook ti fornirà una base d’informazioni per comprendere certe sfumature ed arrivare preparato alla fase di acquisto di un computer. Non tanto tecnicamente, piuttosto culturalmente. Essere consapevole del tuo target, del tuo bersaglio, delle tue necessità nell’uso che farai del computer.

Con esso potrai farti una certa cultura da utilizzare a tuo favore durante l’acquisto di un PC. Questo perché spesso ho visto nella cerchia di persone con cui mi interfaccio, che possiedono un computer sovradimensionato per l’uso che ne fanno. Il risultato è ovviamente una spesa oltremodo inadeguata e quindi un mancato risparmio.

Dopo la lettura, niente più trappole del venditore grazie all’acquisizione di un’adeguata acutezza mentale.

Saprai quale computer corrisponde alle tue necessità d’uso.
Alla fine il tuo guadagno sarà doppio: Spenderai meno soldi ed avrai la certezza di acquistare il PC che fa per te.
Una volta acquisite certe sfumature potresti addirittura condividerle con altre persone semplicemente adottando il modus: io ho fatto così…
Form d'iscrizione Guida all'acquisto di un computer
Form d’iscrizione

Atterrato sulla pagina di presentazione dell’ebook leggi le caratteristiche ed i benefici del report ed infine inserisci un tuo indirizzo E-mail valido, al quale potrò inviarti il link per il download ed il tuo nome o soprannome.

Dopo che lo avrai scaricato potrai consultarlo tranquillamente grazie ad un lettore PDF sul PC o altro dispositivo portatile oppure stamparlo.

Dopo che hai imparato a configurare un PC, lo hai acquistato ed assemblato. Un percorso durato diverse settimane, ma alla fine ti ha portato certamente ad aver appreso le azioni basilari per assemblare un computer in maniera del tutto autonoma e sicura. Un incremento di competenze al di sopra della media, non credi.

Quando hai di fronte ogni singolo pezzo del tuo computer dapprima fai un rapido resoconto per valutare se manca qualcosa dopodiché mettiti all’opera. Per lavorare in sicurezza ti ho proposto l’uso di un artefatto per evadere le correnti elettrostatiche che possono accumularsi sul tuo corpo e danneggiare i componenti del PC.

Un pezzo di filo di rame abbastanza lungo da arrotolare al tuo polso come un braccialetto e collegare ad un punto di terra, come un termosifone. Un’altra raccomandazione riguarda le scatole. Prima di gettarle informati nel negozio dove hai acquistato il PC assemblato od i componenti se puoi liberamente gettarle. In alcuni casi sono richieste oltre lo scontrino per non invalidare la garanzia.

La prima cosa è prendere la scheda madre sulla quale dovrai inserire il processore nel Socket relativo dopo aver rimosso il blocco per la CPU. Individua la guida per l’inserimento e poi serralo col blocco meccanico e spalmaci sopra una pellicola di pasta termoconduttiva per migliorare il contatto tra il processore ed il dissipatore che alloggerai su di esso. Blocca le viti del dissipatore con una sequenza ad incrocio oppure sfruttando l’aletta di serraggio. Collega lo spinotto CPU FAN alla MB.

Socket per C.P.U.
Socket per C.P.U.

Ora prendi i banchi della R.A.M. e dopo aver individuato le guide ed allargato i blocchi meccanici, inseriscine uno per volta fino a battuta. Lo scatto di notificherà l’inserimento corretto.

Ora prendi il cabinet ed apri i pannelli laterali ed eventualmente quello superiore.

Posiziona i distanziatori in corrispondenza dei fori ai quali avviterai la scheda madre. Afferra la tua scheda madre, inseriscila all’interno ed avvitala ai distanziatori. Se necessario inserisci una mascherina di copertura dei connettori retro della MB che potrai trovare nella scatola della stessa.

Il collegamento della scheda grafica dipende dal tipo di interfaccia di quella che hai acquistato. Certamente sarà di tipo PCI Express perché recente. Individua la struttura costruttiva (x1, x4, x8 o x16 ) ed il corrispondente slot.. Allinea, premi e serra.

Slot PCI Express
Slot PCI Express

A questo punto prendi l’alimentatore, inseriscilo nella sezione opportuna e bloccalo al case con le sue 4 viti, sempre con sequenza ad incrocio.
Prendi il connettore Molex (di plastica) maschio a 20 piedini (il più grande) ed individua l’equivalente femmina sulla scheda madre indicata di norma con la serigrafia ATXPWR1 o EATXPWR o cose del genere.

Connettore 20/24 pin ATXPWR1
Connettore 20/24 pin ATXPWR1

Se i connettore è composto da due sezioni 20 + 4 pin controlla il corrispondente sulla MB.
Se identico procedi all’inserimento altrimenti potrebbe essere necessario separare le due sezioni e quindi collegare il 4 pin allo spinotto “ATX12V1”.

Connettori Molex
Connettori Molex

Per il disco rigido calma, calma; delicatezza nelle operazioni. Ti ricordo che la velocità degli HD varia dai più lenti, per modo di dire, a 5400 giri al minuto fino ai più performanti a 10000 giri al minuto.
Evita urti durante l’inserimento ed ache di muovere il PC o gli stessi durante il funzionamento.
Per il collegamento guarda nel retro o sulla scatola per riconoscere l’interfaccia. Ma tu già lo sai visto che l’hai comprato da solo/a.

Ad oggi avrai acquistato un HD a struttura S.A.T.A. e presenta 2 spinotti adiacenti, uno per l’alimentazione piatto e più grande e l’altro per i dati piatto e piccolo; entrambi con una tacca guida ad uno degli spigoli. Collegali cercando le stesse interfacce sulla scheda madre ed in uscita dall’alimentatore. Per quest’ultimo potrebbe essere necessario un adattatore.
In caso di un secondo HD ripeti l’operazione collegandolo all’interfaccia S.A.T.A. n°2.

Quanto ai lettori senza dilungarmi troppo ripercorri la procedura per il disco rigido ed il gioco è fatto. In più dovrai collegare l’uscita audio al corrispondente spinotto sulla MB serigrafato con “Audio IN”, “CD IN”, CD1 o sigle simili.
Le periferiche P.C.I. le collegherai in maniera simile alla tua scheda grafica. L’unica differenza sarà l’interfaccia alla quale dovrai collegarle; individuale ed una per una allinea, inserisci e serra con vite maestro/a.

L’eventuale ventola ausiliaria la collegherai serrandola alla griglia del case con le sue viti e poi individua lo spinotto, per alimentarla, sulla MB; sarà serigrafato con “CHA FAN” (Chassis Fan) o “PWR FAN” (Power Fan) o qualcosa del genere.

Ora se vuoi la parte più noiosa. Dovrai collegare i cavi interni al case.
Tali fili sono riferibili alle porte U.S.B. frontali, all’interruttore di accensione “PWRBTN” (Power Button) o “POWER SW” (Power Switch), al pulsante di Reset del computer “RESET SW”, al led di stato acceso del PC “P LED” (Power Led), al led di lavoro/funzionamento del disco rigido “HDD LED” e l’altoparlante interno.

È tutto abbastanza semplice. Per collegarli, prendi ogni coppia di fili, leggi cosa c’è scritto sopra ed individua la stessa sigla su una zona della MB in cui ci sono una serie di piedini adiacenti l’un l’altro ed etichettati con “PANEL 1”, “F PANEL” o sigle similari.

Spinotti interfacce frontali
Spinotti interfacce frontali

Sulla MB avrai notato forse la presenza di una batteria, detta tampone. Si rende necessaria per mantenere in memoria i dati di settaggio del programma B.I.O.S.
Il primo programma che si avvia quando accendi un computer e che si occupa di eseguire alcuni controlli prima di avviare il sistema operativo.
Senza la batteria o se fosse scarica il PC funzionerà, ma non avendo la capacità di mantenere in memoria tali parametri (compresa ora e giorno che utilizzerai come indicatore di pila scarica se dovrai frequentemente aggiornarli) ti notificherà tale problematica ad ogni avvio.

Per sostituirla, utilizza la mano od un piccolo giravite ad intaglio per spostare la molletta di blocco laterale. Dopo la rimozione prendi una nuova batteria e premila leggermente nella sede fino allo scatto.
Operazione collegata in certo modo alla batteria tampone è la presenza di un ponticello che ti permette di resettare/cancellare i dati di settaggio del B.I.O.S. se necessario. In linea di massima la procedura di cancellazione della memoria dei parametri del B.I.O.S. si esegue inserendo il ponticello di reset chiamato “CLEAR CMOS JUMPER” tra due piedini per poi riposizionarlo nello stato normale.

Ora chiudi il tuo cabinet inserendo i pannelli di metallo e avvitando le viti esterne.
Collegare i dispositivi esterni al PC partendo da tastiera e mouse. Se l’interfaccia è U.S.B. nulla di più facile; collegali direttamente alle porte retro. Alternative possono essere spinotti con standard P/S2 di colore verde per mouse e viola per la tastiera. Individuali, allineali ed inseriscili.
Per il monitor prendi il tuo cavo di collegamento tipo VGA, DVI o HDMI e rileva l’interfaccia presente nel retro dello stesso e della scheda madre. Inseriscilo e nel caso presenti delle viti serrale alternando l’avvitamento.

Le casse acustiche collegale all’uscita audio della scheda madre: jack di colore verde.
Per il modem/router dovrai collegare la presa Ethernet, tramite il cavo relativo, alla stessa del tuo PC. Il doppino telefonico proveniente dal muro dovrai collegarlo ad un filtro per non disturbare le tue telefonate con un fruscio di sottofondo. L’uscita del filtro collegala all’ingresso del router indicato con la sigla “TEL”, “Phone” o “DSL”.

Ora collega tutti i dispositivi alla presa di corrente tramite una ciabatta elettrica o ancor meglio al gruppo di continuità.

Eventuali altre periferiche con interfaccia U.S.B. come webcam, stampante, scanner, tavoletta grafica, le collegherai durante il processo d’installazione delle stesse grazie ad una procedura guidata (wizard).
Presto accenderai il tuo bel computer, ora studia, Stay Tuned Goodlier ed alla prossima Ciao.

Carlo 
Foto di:
Computer Guida all’acquisto – TheGoodly http://computerguidaallacquisto.blogspot.com

Form d’iscrizione – TheGoodlyhttp://computerguidaallacquisto.blogspot.com
Socket per C.P.U. – Zicon http://www.flickr.com/photos/zicon/2390351174/
Slot PCI Express – Zicon http://www.flickr.com/photos/zicon/2390351174/
Connettore 20/24 pin ATXPWR1 – Osde8info http://www.flickr.com/photos/osde-info/2294091023/
Connettori MolexLakshNmark http://www.flickr.com/photos/harrism/2451936344/
Spinotti interfacce frontali – Edmund Tse http://www.flickr.com/photos/tseedmund/3859037746/?reg=1&src=fave

Print Friendly, PDF & Email