GUIDA AL COMPUTER – SINTESI LEZIONI 21-30

Bentornato Goodlier.
Dopo mesi di lavoro/studio siamo giunti al 3° riepilogo.
Questa sezione è partita con la doppia lezione sulla stampante.

Stampante
La stampante



Il dispositivo più utilizzato per trasferire su carta o su cartoncino ogni opera derivata dalla tua o altrui creatività.
Sono diversificate in base alla tecnologia.


Ad aghi utilizzate in nicchie; a getto d’inchiostro con la possibilità di spruzzare micro-gocce di vario colore sul supporto cartaceo; al laser che, tramite un rullo a caldo ed appunto una fascio luminoso, impressionavano l’inchiostro (toner), sotto forma di micropolvere, sul foglio di carta.


Il prezzo tra le varie tecnologie può variare di molto, ma il fattore a cui devi particolarmente fare attenzione è costituito dai ricambi.
Può rivelarsi il vero tallone d’Achille del tuo portafoglio.


Ad oggi quelle più utilizzate in ambito domestico sono le stampanti multifunzione anche dette (All-in-one), che permettono tra le funzioni più utilizzate di stampare, fotocopiare e scannerizzare un documento. La scelta nell’acquisto dipende sostanzialmente dalle tue necessità, trovando un compromesso tra prezzo e risoluzione del tipo di lavoro da eseguire.


In ambito di stampa sei venuto a conoscenza della stampante virtuale ossia un’opzione che, via software, consente l’installazione di una stampante, fisicamente non reale ma, che offre l’opportunità di creare (convertire) il formato da stampare in un documento PDF.


Subito dopo la stampante sei venuto a conoscenza delle caratteristiche di una webcam.

Webcam
La webcam


Un dispositivo periferico che, collegato al PC, permette d’inviare flussi di segnali video attraverso internet per essere recapitati verso una o più utenze fino all’altro capo del mondo.


Essa, oltre a trasferire in giro per il mondo i tuoi connotati, puoi anche utilizzarla a scopo formativo istituendo corsi a livello internazionale sfruttando le tue conoscenze. Magari pure monetizzandole…
Nella scelta ricorda di non spingerti troppo nelle risoluzioni perché non è che otterresti molti benefici con le attuali linee ADSL.


Una risoluzione di 320 x 240 pixel vai più che bene per le tue videochiamate.


L’utilizzo della sola webcam per le tue videoconferenze non è sufficiente. Infatti dovrai completare l’hardware acquistando anche cuffia e microfono.

Cuffie e microfono
La Cuffia ed il microfono


Infatti così facendo, collegando all’uscita audio le cuffie ed all’ingresso audio il microfono, potrai ascoltare e parlare con una più persone in giro per la rete.
L’alternativa alle cuffie può essere fornita dallecasse acustiche.

Casse acustiche
Le casse acustiche



Esse riproducono qualsiasi suono venga elaborato dalla scheda audio del computer, quindi anche la voce. Se utilizzi le casse in una videoconferenza fai attenzione al loro volume perché s’innescherebbe un ciclo ripetitivo (looping) amplificatore col tuo microfono, che in pochissimi secondi produrrebbe un fischio assordante, rendendo vana ogni possibile comunicazione audio.


Ciò perché l’audio uscendo dalle casse entrerebbe nel tuo microfono che verrebbe amplificato e rielaborato; uscirebbe di nuovo dalle casse con ampiezza maggiore e così via fino a rendere impossibile decifrare ogni altro suono.


In questo caso dovrai trovare un compromesso, tenendo il volume delle casse basso o invece acquistare un microfono direttivo, ossia un microfono che non elabori i suoni provenienti da tutte le direzioni (laterali), ma solo quelli provenienti frontalmente (davanti la tua bocca).


Tornando alle casse potrai trovarne diversi modelli e costi ma, se il tuo orecchio non è particolarmente raffinato, non spenderci molti soldi. Compra delle casse stereo amplificate per PC e vai tranquillo.


Sei passato poi a conoscere lo scanner ossia quel dispositivo in grado di trasferire all’interno del computer l’immagine, la foto o il documento rappresentato su di un foglio.

Scanner
Lo scanner


In pratica il simmetrico della stampa. Durante la fase di acquisizione-scannerizzazione il processo digitalizza la porzione grafica sul quale transita il sensore. Migliore sarà la qualità di scannerizzazione più grande (pesante) in termini di Byte sarà il file.


Questo dispositivo in ambito domestico tende a scomparire in luogo delle stampanti multifunzione che possiedono integrato uno scanner. La qualità è fornita dal parametro di risoluzione reale, lasciando in secondo piano il valore di risoluzione interpolata. Esistono scanner fissi o portatili. Altri tipi di scansionatori sono i lettori di codici a barre o di QR Code.

Codice a barre
Codice a barre
QR Code
QR Code

I primi forniscono brevi info sui prodotti (leggi prezzo), i secondi sono in grado di rappresentare informazioni più complesse, anche dati multimediali.


Rimanendo in ambito di grafia hai conosciuto la tavoletta grafica.

Tavoletta grafica
Latavoletta grafica


L’oggetto per la creazione artistica e tecnica più versatile che si possa immaginare. Un pennino impugnato dalla tua mano comandata dalla mente, può generare quello che di più artistico, tecnico e geniale il cervello sia in grado di pensare.


Uno schermo/display che subisce la pressione di un pennino e trasferisce l’opera sul monitor di un computer. Dopo potrai editarlo, stamparlo, spedirlo, ecc. L’opera potrà essere completa grazie agli strumenti forniti dalla tavoletta grafica e dal software di gestione della stessa.


Potrai infatti utilizzare in maniera virtuale tutti gli strumenti tecnici ed artistici di un professionista della grafica.
Se però lavorando si verifica un black out allora sono guai.

Grupo di continuità
Il gruppo di continuità


Un dispositivo che ti metta al riparo da questi eventi e tra l’altro eviti di danneggiare il PC, da un brusco spegnimento, è rappresentato dal gruppo di continuità indicato anche con l’acronimo inglese U.P.S. (Uninterruptible Power Supply).


Esso è in grado di garantirti continuità nel lavoro per un certo periodo di tempo anche con assenza di alimentazione principale. La durata di tale autonomia sarà garantita grazie alla presenza al suo interno di un certo numero di accumulatori (batterie ricaricabili).


Il tempo della stessa dipende da diversi parametri. Dalla potenza (corrente) erogabile dall’unità, dal tipo di lavoro che si sta eseguendo e dalle utenze collegate alla stessa. In caso di mancanza di corrente elettrica dovrai quindi gestire al meglio questi parametri per ottimizzare la risorsa corrente disponibile.


Considera lo stato mentale di trovarti in riserva di carburate in macchina e non sapere a che distanza sia il più vicino distributore.
Il parametro fondamentale da considerare per l’autonomia è la potenza espressa in Watt.


Quando si verifica il black out non preoccuparti immediatamente, in quanto ha una rapidità di reazione che ti evita lo spegnimento del tuo PC. Lavora fintanto che non senti incrementare il numero di beep generati dall’unità. Nel qual caso salva il lavoro che stavi eseguendo, termina il programma e spegni il PC con la procedura standard.


Dove salvi i lavori? Beh, sul tuo disco rigido. Ma se devi trasportarlo su altra macchina? Userai uno degli accessori più diffusi oggi in assoluto a livello intergalattico: la pendrive.

Pendrive
La pendrive


Ricorderai che è un dispositivo di memoria di massa al cui interno risiede una circuiteria in grado di memorizzare dei dati informatici. La capacità di memorizzazione e prestazioni è variabile in base alla tecnologia costruttiva e quindi al costo.


In definitiva pochi Euro ti garantiscono già molti GigaByte. Più che sufficienti per eseguire la quasi totalità delle memorizzazioni in uso di un utente medio. Alternativa sono le schede di memoria Secure Digital.

File:SD Cards.svg
Le memorie Secure Digital


Anch’esse hanno varie capacità di memorizzazione, prestazioni e dimensioni. Riferendomi a quest’ultimo parametro ricorda che esistono degli adattatori per permetterne l’utilizzo in dispositivi in cui la struttura fisica lo precluderebbe.


Nell’utilizzo che né farai ricorda i potenziali pericoli dovuti alla facile contaminazione da virus. In seguito ti parlerò di come ridurre tali possibilità.

Infine dopo questo iperarticolato percorso durato 30 lezioni ti ho parlato di un materasso. Il materassino per il mouse cioè il tappetino.

Tappetino poggiapolso
Il tappetino poggiapolso


Su di esso adagerai il tuo mouse e i continui movimenti dello stesso gli permetteranno di rendere lineare il movimento del puntatore sul monitor.

Le sue caratteristiche lo hanno trasformato in un gadget sul quale potrai rappresentare l’immagine che più ti gratifica.


Inoltre in termini di salute, acquistando un tappetino con il poggiapolso, potrai alleggerire l’affaticamento dei tendini del tuo polso se il tuo lavoro prevede l’utilizzo del PC per molte ore e giorni.


Ora un forte saluto ciao Goodlier, Stay Tuned ed alla prossima.


P.S.= Studia perché lo sai che ti aspetta?….


Carlo 
Foto di:
La stampante – Idea go http://www.freedigitalphotos.net/images/view_photog.php?photogid=809
La webcam? – Renjith Krishnan http://www.freedigitalphotos.net/images/Internet_g170-Web_Camera_p14532.html
Cuffie e microfono – digitalart http://www.freedigitalphotos.net/images/Music_g290-Head_Phone_p47034.html
Le casse acustiche – suphakit73 http://www.freedigitalphotos.net/images/Music_g290-White_Speakers_p30230.html
Lo scanner – Adrian Pingstone http://it.wikipedia.org/wiki/File:Scanner.view.750pix.jpg
Codici a barre – digitalart http://www.freedigitalphotos.net/images/Retail_and_Sales_g195-Bar_Code_p36838.html
QR Code – TheGoodly http://www.thegoodly.com
La tavoletta grafica – Keraunoscopia http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Wacom_graphics_tablet_and_pen.png?uselang=it
Il gruppo di continuità – Hundehalter http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Apc_ups_rs500_01.jpg
La Pendrive – Salvatore Vuono http://www.freedigitalphotos.net/images/Computers_g62-Pendrive_p28194.html
Le memorie Secure Digital – Tkgd2007 http://it.wikipedia.org/wiki/File:SD_Cards.svg
Il tappetino poggia polso – Ppntori http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Ergonomic_mouse_pad.JPG?uselang=it

Print Friendly, PDF & Email