GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 28 DI ∞

LA TAVOLETTA GRAFICA
Sveiki sugrįžę Goodlier.
Ce l’hai una tavoletta?
Di legno?
Ma non di legno, grafica!
Cooomeeee? Una tavoletta disegnata?
No, no. Ferma tutto, ricominciamo.
Una tavoletta grafica per il computer, intendo.
Ma non so cosa sia?
Beh, nemmeno io… Ah, Ah! Occhiolino
Se dobbiamo scoprire una cosa che non conosciamo andiamo sul World Wide Web.
Ad esempio la beneamata Wikipedia dice che una tavoletta grafica è una periferica che permette l’immissione di dati all’interno di un computer.
Mi dirai ma anche una tastiera è una periferica che permette …..didin didin didin …….
Certo, ma questa è diversa.
La tastiera, dalla digitazione, restituisce delle lettere, numeri, simboli o caratteri generici.
Con la tavoletta il limite è la tua creatività.
Prova a chiederti?
Come ha iniziato il signor Walt Disney a disegnare il suo primo Topolino?
Foglio e matita.
Come nascerebbe oggi il nostro amatissimo?
Con la tavoletta grafica forse.
 
Si ma cos’è?
image
Hai ragione. La tavoletta è un dispositivo di input anche chiamato in inglese digitizer. Le dimensioni possono variare da modello a modello; per un uso domestico puoi trovarne piccole o grandi come formati dei fogli A3. Lo spessore invece è molto ridotto.
E’ costituita da una tavoletta rigida al centro della quale è alloggiato un dispositivo, se vuoi più semplicemente una specie di monitor. La tavoletta è collegata al PC tramite un cavo o con tecnologia wireless.
L’inserimento dei dati all’interno del computer avviene per mezzo di un pennino tipo quello delle consolle o cellulari touch screen.
In alcuni modelli le penne possono anche essere alimentate a batteria, ma c’è l’effetto collaterale del peso della stessa che per molte ore di lavoro può dar noia a muscoli e tendini delle mani.
Tramite il pennino, simulando la scrittura sulla tavoletta, potrai trasferire sul monitor e quindi all’interno del PC ciò che scrivi, disegni, crei e successivamente salvarlo o editarlo.
Il movimento della penna viene riconosciuto dalla tavoletta. L’intensità della pressione della penna produrrà linee più o meno marcate grazie anche al programma di gestione dello stesso che esalta le caratteristiche della tavoletta.
Infatti potrai variare lo spessore delle linee e l’intensità dei colori implementando le opzioni grazie alla possibilità di simulare strumenti tipici di un pittore ma sempre e solo con l’uso di un pennino.
Alcune penne sono dotate di pulsanti per ottimizzarne l’utilizzo ed a volte integrato un gommino nella parte superiore (come fosse una matita) per poter cancellare quello che è stato appena disegnato o scritto erroneamente.
Esternamente alla superficie di scrittura della tavoletta troverai, in base ai modelli, vari comandi che permettono di interagire meglio con l’opera in atto come zoom avanti e indietro, rotazione, spostamento (scrolling) dell’immagine e pulsanti programmabili per accesso diretto ad altri programmi.
Alcuni modelli hanno una riproduzione integrata del mouse con i tasti destro e sinistro ed addirittura la rotellina per lo scrolling.
Ora reggiti forte, senti questa.
Non sei capace a disegnare? Non ti preoccupare.
Non so se adottavi questa tecnica ma io da bambino quando non riuscivo a disegnare qualcosa prendevo il foglio da disegno, lo posizionavo davanti all’immagine e li poggiavo entrambi al vetro di una finestra ricalcando tutta l’immagine con cura.
Al termine avevo il mio bel disegno fatto a mano che necessitava della sola coloratura.
 
Beh che centra mi chiederai?
Qualche progettista forse “GRANDE RICALCATORE DI DISEGNI” A bocca aperta s’è inventato una tavoletta con in dotazione un foglio di pellicola trasparente sotto il quale tu puoi adagiare il tuo originale e con maestria ricalcarlo grazie al pennino che scorre sul foglio di pellicola trasparente, riproducendo così ogni cosa sul tuo monitor/PC.
Che spettacolo. Da far invidia a Giotto.
Ma per cosa uso la tavoletta?
Uso tavoletta grafica
Normalmente queste tavolette sono strumenti utilizzati da professionisti del disegno tecnico (vedi AutoCad) e grafici, per disegni artistici, a mano libera, per il fotoritocco o per la creazione di bozze, i quali hanno bisogno di una precisione maggiore rispetto al disegno col mouse.
Ti immagini un pittore che usa il mouse? Meglio il pennello, il pastello o l’aerografo.
Ecco appunto, se vogliamo la tavoletta grafica può rappresentare tutti questi strumenti in uno. Uno strumento tecnologico di eccellenti caratteristiche che integrato con ausili digitali permette di creare opere di elevatissimo valore grafico.
Quindi mio caro Goodlier dipende da te, da ciò che vuoi fare. Puoi anche benissimo utilizzarla come rappresentazione grafica di un progetto durante una conferenza o a scopo didattico in alternativa alle presentazioni o dispositivi audio-visivi. E’ versatilissima. Ma se sei un grafico di certo non ti sorprenderà come accade ai non addetti ai lavori come me d’altra parte.
Come scelgo?
Scelta Tavoletta Grafica
Bella domanda. Bisognerebbe chiederlo ad un grafico perché essendo un dispositivo da specialista, solo chi lo usa continuamente o meglio ancora a scopo professionale conosce pregi e difetti dell’aggeggio.
Se devi acquistare una macchina fotografica o una videocamera o qualsiasi altro dispositivo a chi chiedi? Non essendo io del campo grafico evito di propinarti ipotesi inverosimili. Quindi in questo caso siamo entrambi spiazzati.
Comunque che dire? Che il Leonardo che è in te possa far esplodere la tua creatività. Ciao Pittore.
Un forte saluto alla prossima e STAY TUNED GOODLIER. Sveiki.
Carlo 
Foto di
Si ma cos’è? – Keraunoscopia
Come scelgo? – Taoty
Print Friendly, PDF & Email