GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 8 DI ∞

IL COMPUTER – La Scheda Madre Parte 2



Welcome back Navigator. Hai studiato? Ti sei applicato?

Risposta n°1: Si, certo!!!
Bravissimooo!!! 


Risposta n°2: No, non ho avuto tempo.
Tranquillo gli articoli rimangono, si evolvono, si implementano per cercare di fornire informazioni sempre più complete ed efficaci.


C’eravamo lasciati con le caratteristiche, poco importanti dal punto di vista didattico, della mia configurazione che dovrai solo considerare per un approccio semplificato nella scelta di una scheda madre (con relativo processore).


Sei venuto a conoscenza della possibile scelta della Scheda Madre in base alla famiglia dei processori Intel o AMD.
Valutata l’azienda del tuo processore, dovrai scegliere la marca della MB sempre trovando un compromesso tra le tue volontà di spesa e le prestazioni che ti necessitano.
Appena avrai scelto la marca del processore da acquistare, potrai selezionare il modello della Scheda Madre in base alle varie marche e modelli.


Anche se sembra un percorso ad ostacoli una volta acquisite le nozioni basilari potrai scegliere con relativa facilità e tranquillità l’accoppiata MB – Processore.
Lo schema sottostante può forse chiarirti meglio la situazione:

Suddivisione famiglie di Processori e Schede Madri
Come è costituita una Scheda Madre?
 
Motherboard Ports
Scheda Madre
photo © 2010 gcg2009 | more info  (via: Wylio)

 

La parte più importante è costituita dallo zoccolo (Socket) dove si inserisce il processore. Nei pressi dello zoccolo è riportata una sigla che permette di rivelare i tipi di processori che può supportare. Una volta inserito il processore, una levetta permetterà di rendere sicuro l’alloggiamento dello stesso.

Al di sopra dello stesso troverai installata la ventola di raffreddamento, che ormai ha raggiunto dimensioni notevoli viste le performance dei processori attuali.
Sulla MB troverai due spinotti bianchi di dimensioni diverse per alimentare i suoi circuiti.

Uno dei due spinotti è fornito di 4 piedini, mentre l’altro ne possiede 10.
Un altro tipo di collegamento, che puoi individuare, è l’alloggiamento per la RAM (Memory slots), la memoria necessaria per lavorare. In base alla tipologia della RAM e quindi alle prestazioni della stessa, troverai slots di vario colore.

Ogni slot avrà una guida di inserimento (tacca di riferimento) che rende impossibile l’errata installazione dei banchi di memoria, evitando così il danneggiamento della MB.
Il numero di banchi e la quantità di RAM che si può installare sulla MB dipende esclusivamente dalle capacità di quest’ultima.


Sulla MB troverai una serie di connettori, porte e spinotti per il collegamento di varie periferiche. In futuro sarà mia cura descrivere in maniera adeguata e completa queste interfacce presenti sulle Schede Madri, visto l’enorme numero delle stesse.


Uno dei più diffusi collegamenti è denominato interfaccia IDE che, se ormai vetusto, trova ancora posto in certe tipi di MB. A questo connettore è possibile collegare le periferiche IDE come Hard Disk o lettori/masterizzatori CD/DVD.

Il numero di connettori IDE sulle MB può variare da 0 a 2. Ogni singola interfaccia IDE, tramite dei collegamenti opportuni, è in grado di pilotare 2 periferiche. Quindi se la tua MB presenta 2 connettori IDE potrai collegare fino a 4 periferiche IDE (ad esempio 2 HD, 1 lettore ed 1 masterizzatore).


In presenza di più periferiche IDE verrà assegnato un ordine alle stesse. Avrai l’interfaccia primaria (Primary) e l’interfaccia secondaria (Secondary). Ogni periferica relativa ad un’interfaccia IDE, a sua volta, dovrà avere una priorità in modo che il processore saprà riconoscerla e comandarla. La principale si chiamerà MASTER la secondaria si chiamerà SLAVE. La priorità delle periferiche verrà definita dalla posizione assunta da un ponticello sul retro della stessa e posizionato dall’installatore del PC.


Lo schema di sotto riassumerà meglio il concetto.

Slot IDE in un Computer

I computer recenti presentano un tipo di collegamento per le periferiche denominato SATA. Ne troverai in numero sempre crescente all’interno dei PC. Di fatto sostituiranno i collegamenti IDE in quanto forniscono prestazioni elevatissime in termini di affidabilità e velocità. Ogni connettore SATA, presente sulla MB, sarà numerato per una gestione corretta delle periferiche.


Altri tipi di periferiche possono essere collegate alla MB grazie agli zoccoli indicati con la sigla PCI. Anche in questo caso troveremo un numero di spinotti PCI variabile in base alla datazione della MB. I PC più vecchi ne avranno un numero di 3 o 4, mentre i nuovi ne avranno meno, fino a scomparire del tutto, essendo anch’essi superati tecnologicamente. A questi zoccoli potrai collegare schede audio, schede per acquisizione video, schede con porte USB, vecchi modem analogici, schede di rete Ethernet, ed altre ancora.


Il processo di evoluzione di questi collegamenti ha portato alla nascita delle interfacce PCI Express utilizzabili per le schede video. Prima di questa soluzione le schede video venivano installate negli zoccoli denominati AGP. Queste interfacce stanno ormai scomparendo proprio in virtù delle più performanti PCI Express.


Una volta trattati velocemente i collegamenti non visibili all’interno del case del computer, seguimi nella descrizione dei connettori che troverai sul retro della MB necessari per collegare periferiche esterne al PC.

Connettori retro di una Scheda Madre

Sia sulle MB datate che su quelle recenti troverai 2 connettori che permetteranno di collegare la tastiera ed il mouse, diciamo così, alla vecchia maniera. Questo tipo di connettore ha forma circolare ed è indicato con la sigla PS2; nulla a che vedere con la famosa consolle di gioco. Troverai un connettore di colore verde a cui collegherai il mouse ed un connettore di colore viola a cui connetterai la tastiera.


Altra interfaccia che troverai ed in numero sempre maggiore sono le porte USB. Queste porte hanno la caratteristica di poter collegare e scollegare con relativa semplicità e sicurezza le varie periferiche esterne ai computer come stampanti, pen drive, HD esterni, chiavette internet, telefonini, Tablet PC, lettori mp3 e mp4, ecc. Lo standard di questo collegamento ormai ha raggiunto una diffusione vastissima.


Nei pressi delle prese USB è possibile trovare la presa Ethernet. A mio modo di vedere è lo spinotto più importante di tutti. Passami il termine, ma è quello che rende vivo un computer. Ciò che trasforma una macchina elettronica in una Lampada di Aladino, attraverso cui la creatività e la conoscenza possono sfociare in grandiosi progetti personali e per gli altri. Avrai intuito, credo, che sto parlando dell’interfaccia per internet. Infatti potrai collegare questo spinotto ad un modem/router per lanciarti sulle onde della rete.


Altri spinotti presenti sul retro della MB sono quelli per i collegamenti audio. Sono spinotti tipo jack per le cuffie. Ne troverai un numero variabile. Il minimo garantito è di 2 spinotti. Uno sarà di colore verde chiaro al quale potrai collegare delle casse per ascoltare i suoni elaborati dal processore audio, l’altro sarà di colore rosa al quale potrai collegare un microfono per poter registrare la tua voce ed aggiungerla come sottofondo ad un tuo video oppure parlare in videoconferenza all’altro capo del mondo.


Altri spinotti simili permettono di collegare delle cuffie (colore verde bandiera) o un ulteriore ingresso audio ausiliario (colore celeste).


Naturalmente è possibile trovare diverse altre porte nel retro della MB ed altre ancora grazie alle schede inserite all’interno del PC come visto in precedenza. Quelle descritte fin qui sono le più diffuse, ma ti ricordo che in futuro tratterò più approfonditamente la vasta gamma dei possibili collegamenti.


Detto questo ti saluto e come sempre STAY TUNED per la prossima. Ciao.
Carlo 

Foto di:
Suddivisione famiglie di Processori e Schede Madri – The Goodly
Slot IDE in un Computer – The Goodly
Connettori retro di una Scheda Madre – Heather Greene http://www.flickr.com/people/46981381@N00
 
Print Friendly, PDF & Email